Tag: Rugby league

L’inglese John Whalley è il nuovo Director of Rugby dell’Italia di rugby league

L’Inglese John Whalley è nuovo director of rugby della FIRL – Federazione Italiana Rugby League – si tratta di una figura estremamente importante per lo sviluppo del league italiano: coach Whalley, infatti, è stato già allenatore dell’Irlanda League Femminile, degli England Lionhearts Maschili e figura di spicco tra i tecnici dei Wigan Warriors. In Italia si occuperà di affiancare e supportare lo sviluppo del Rugby League e la ristrutturazione di un campionato italiano di XIII, tanto nella sezione maschile, quanto in quella femminile. Supporterà la formazione dei tecnici, cercando di portare la sua esperienza al servizio della FIRL.

John Whalley, DOR della Federazione Italiana di Rugby League: “Voglio ringraziare il consiglio per questa opportunità, è un ruolo fantastico, sono entusiasta di iniziare. Supervisionerò l’infrastruttura degli allenatori oltre allo sviluppo delle competizioni maschili, femminili e junior. Implementerò un sistema di sviluppo trasversale, maschile e femminile, che vedrà i giocatori domestici rappresentare la Nazionale Italiana nei prossimi anni. Lo sviluppo è qualcosa che deve essere fatto giorno per giorno e per me è naturale. Bisogna costruire e allenare squadre per competere al livello più alto possibile. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare con la FIRL – Federazione Italiana Rugby League. Questa nuova esperienza mi porta fuori dalla mia zona di comfort, un paese diverso, una nuova lingua e questo mi entusiasma. Gli obiettivi a lungo termine sono quello di riconquistare lo status internazionale affinché gli uomini possano competere alla Coppa del Mondo 2030, mentre la squadra femminile deve lavorare per conquistare la qualificazione alla Coppa del Mondo nel 2028. Per raggiungere questo obiettivo finale costruiremo una base molto solida a livello locale, così da avere un solido punto di partenza verso il livello internazionale”.

Paolo Iollo, vice presidente della Federazione Italiana di Rugby League: “Siamo orgogliosi dell’inizio di questa collaborazione. Ci serviva una spinta positiva e con John l’abbiamo ottenuta. Lui è già al lavoro e a breve diffonderemo tutto il piano di sviluppo che l’allenatore inglese sta preparando e strutturando”.

Salvatore Pezzano, responsabile delle nazionali FIRL: “Cercavamo da tempo una figura operativa e con John l’abbiamo trovata. Dovevamo ripartire, ma con un progetto reale e alla portata di tutti. Penso che questo passo ci servirà per ripartire ancora più uniti e con un passo diverso”.

Sostieni anche tu l’Italia League Femminile!

Sosteniamo le Azzurre in vista di Italia League vs Olanda League. 

🏈 Qualificazioni Mondiali FIRL:

Italia XIII vs Olanda XIII

🏈🗓Sabato 27 aprile 2024, ore 15:00📍Stadio Comunale Rugby “Maurizio Quaggia” – Mogliano Veneto (TV)

Sostieni le Azzurre nella sfida contro l’Olanda per le qualificazioni ai Mondiali di Rugby League! Un match imperdibile per tutti gli amanti del rugby

👉Acquista i biglietti online:

https://www.ciaotickets.com/biglietti/qualificazioni-mondiali-firl-italia-xiii-olanda-xiii

👉Nei punti vendita autorizzati Ciaotickets: https://www.ciaotickets.com/punti-vendita

#rugby #rugbyleague #italia #olanda #qualificazionimondiali #moglianoveneto #firleague

Sulla strada di Italia RL vs Olanda RL conosciamo meglio le Azzurre: Virginia Pinarello

Il prossimo 27 aprile si giocherà, allo Stadio Quaggia di Mogliano Veneto (calcio d’inizio alle ore 15.00), il play off che potrebbe portare l’Italia Femminile ad entrare nel girone di qualificazione in vista dei prossimi Mondiali. In questo clima, fatto di allenamenti serrati al seguito di coach Alberto “Suez” Suin, iniziamo a presentare le Azzurre e chi, come in questo caso, ha fatto la storia dell’Italia League Femminile: la trevigiana Virginia Pinarello. Classe 1994 è, da sempre, una delle leader del gruppo italiano. Al momento ferma a causa di un infortunio, l’abbiamo raggiunta per fare il punto della situazione e raccontare la sua esperienza nel mondo del rugby league.

Come ti sei avvicinata al mondo del League? Come l’hai conosciuto e chi ti ha convinto a provare?
Era il 2016 ed io mi trovavo in un momento in cui avevo pochi stimoli e poca voglia di giocare ancora a rugby. Ho iniziato nel 2001 a giocare e a 16 anni ero già in serie A, per quanto riguarda l’Union.
Mia mamma, che non voleva che smettessi mi aveva detto che c’era un raduno a Castelfranco, così ci sono andata e c’era il compianto Tiziano Franchini come allenatore. Da quel momento non ho più smesso!

Momento indimenticabile con la maglia azzurra?
La prima partita, in Libano. In cui ho ottenuto davvero tutto: prima vittoria e primo “Woman of the Match”.

Cosa ti aspetti guardando al prossimo futuro?
Guardando i prossimi impegni, mi auguro che le ragazze vincano con l’Olanda per poter andare avanti con le qualifiche per il Mondiale. Poi ci saranno Galles e Irlanda, squadre che abbiamo già conosciuto durante l’Europeo e, quindi, spero in un risultato migliore delle scorse partite, che dimostri la crescita e l’impegno del gruppo. E ovviamente il mondiale! Chissà magari riesco a recuperare e tornare!

Campionato Italiano RL: fogli gara, risultati e dati statistici

Di seguito tutti i documenti relativi al campionato italiano di Rugby League maschile, femminile e under.

Italia League Femminile: spareggio con l’Olanda per accedere al girone di qualificazione Mondiale

L’European Rugby League Federation ha sorteggiato i gironi di qualificazione per il prossimo Mondiale Femminile: l’Italia XIII, allenata da coach Alberto Suin, dovrà superare uno spareggio in aprile contro l’Olanda XIII per poter accedervi.

Girone A: Galles Irlanda e la vincente tra Italia ed Olanda;

Girone B: Serbia, Francia, Grecia.

Dettagli sull’attività femminile saranno resi pubblici nelle prossime settimane.

Rugby League: la Francia si ritira dall’organizzazione del Mondiale 2025

Il consiglio direttivo dell’International Rugby League si riunirà per valutare le opzioni per la Coppa del Mondo 2025 dopo che il comitato organizzatore di Francia 2025 è stato costretto a ritirarsi dall’ospitare il torneo.

Il presidente della IRL Troy Grant ha dichiarato che la decisione è stata molto deludente.

Tuttavia, il consiglio di amministrazione di France 2025 ha ritenuto di non avere scelta dopo che il governo francese ha richiesto una garanzia per il rischio di perdita dell’evento, considerando che le condizioni inizialmente stabilite per garantire la sostenibilità economica dell’evento non sono state soddisfatte, dopo il tempo e i finanziamenti aggiuntivi forniti al comitato dal governo francese a tale scopo.

“È difficile esprimere la mia delusione per questa notizia”, ha dichiarato.

“Non è un segreto quanto il rafforzamento della Francia come nazione di rugby league sia importante per il nostro gioco globale e centrale per i nostri piani strategici.

“La Coppa del Mondo di rugby league in Francia nel 2025 è sempre stato un progetto ambizioso, data la brevità dei tempi di realizzazione a causa della pandemia, ma ha avuto il vantaggio di seguire e sfruttare il successo ampiamente riconosciuto della RLWC2021.

“Nonostante il periodo storicamente breve, Luc Lacoste e la sua LOC hanno lavorato instancabilmente e hanno ottenuto molto in poco tempo.

“Luc ha portato un rinnovato entusiasmo e interesse per il rugby league francese durante il suo mandato e la Coppa del Mondo è stata programmata per essere il trampolino di lancio per un ulteriore sviluppo di questo sport in Francia.

“I fattori che hanno influito sulla capacità del team di candidatura di completare la struttura iniziale del torneo, come la crisi economica e, in particolare, la pressione inflazionistica sui bilanci delle città ospitanti, hanno minato la loro capacità di garantire garanzie adeguate per l’evento, in modo da soddisfare i rigidi parametri condizionali del governo, proposti fin dall’inizio del processo, per lo svolgimento del torneo.

“Il governo francese, in particolare il Ministro dello Sport Amélie Oudéa-Castéra, ha sostenuto finanziariamente il team di candidatura e ha concesso del tempo supplementare per soddisfare i parametri di riferimento, viste le interruzioni e gli ostacoli che sono stati frapposti e che erano fuori dal loro controllo.

Rispetto la decisione del governo francese per le sfide che sta affrontando, ma non posso nascondere la mia delusione, che ho comunicato loro chiaramente di persona”.

“Nonostante la nostra attenzione si sia concentrata sulla Francia, ora accelereremo l’esame di altre opzioni di emergenza”.

Il consiglio della IRL prenderà ora in considerazione altre opzioni per la RLWC2025, mentre continuerà a lavorare per finalizzare i calendari internazionali per le stagioni 2023 e 2024.

La IRL si aspetta di essere in grado di comunicare alle nazioni membri le partite di qualificazione previste o gli appuntamenti alternativi dopo il luglio 2023.

Il presidente della IRL, Troy Grant, ha dichiarato: “Il consiglio di amministrazione si riunirà a luglio e saremo in grado di stabilire insieme le nostre prossime mosse e di prendere in considerazione le altre offerte ricevute non solo per il 2025, ma anche per il 2029, il 2033 e per gli eventi della Coppa del Mondo 9s in futuro”.

“Gli entusiasmanti contenuti internazionali per il 2023 e il 2024, oltre al recente storico tour tongano in Inghilterra, saranno annunciati pubblicamente a breve, e costituiranno la prima parte del nostro necessario e attesissimo calendario”.

Una conferenza stampa con il presidente della IRL Troy Grant e il segretario generale della IRL Danny Kazandjian si terrà dopo la riunione del consiglio di amministrazione della IRL di mercoledì

Rugby League: l’Italia XIII si è radunata in Friuli Venezia Giulia

La nazionale seniores maschile dell’Italia di Rugby League si è radunata in Friuli Venezia Giulia per iniziare il percorso che la porterà ad affrontare la Serbia XIII il prossimo 27 maggio, a Pasian di Prato (Udine). Il passato fine settimana, tra gli impianti del RC Pasian di Prato e della Juvenilia Bagnaria Arsa Rugby, oltre quaranta giocatori provenienti da buona parte d’Italia si sono allenati in sessioni tecniche ed atletiche. I ragazzi arrivavano dalle seguenti regione italiane: Emilia Romagna, Molise, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Sicilia, Piemonte e rappresentavano le squadre di rugby a XIII che stanno facendo il campionato italiano di serie A; Lignano Sharks, Leoni Veneti, Milano Mustang, PdP Wildcats, Parma Cowboys, Catania Bulls e Brianza Tigers.

Salvatore Pezzano, head caoch dell’Italia XIII: “Sono stati due giorni molto intensi, tanto per i ragazzi quanto per la guida tecnica. Abbiamo cercato di lavorare sodo su tanti aspetti e, devo dire, che i risultati ottenuti sono stati entusiasmanti. Ho visto un gruppo di ragazzi a cui il league piace e che grazie al rugby a XIII vogliono guardare al rugby internazionale. Sarà una stagione ricca di raduni e partite. Primo obiettivo la Serbia, senza dimenticare la parte conclusiva di questo campionato italiano che ci sta dando tante soddisfazioni”.

Paolo Iollo, vicepresidente FIRL – Federazione Italiana Rugby League: “Sono stato molto contento di avere così tanta risposta per questa due giorni di allenamenti. C’è da essere contenti. I ragazzi li ho visti molto coinvolti e questo è un aspetto molto positivo. La cosa che, tuttavia, mi è piaciuta di più è stata che questa nazionale deriva completamente dal nostro campionato italiano. Tutti i ragazzi, normalmente, giocano in squadre di league sul nostro territorio. Vogliamo diventare una presenza importante in Italia e tutta la Federazione sta lavorando per questo unico obiettivo”.

Itali XIII – la lista comprende tutti i giocatori tesserati FIRL, visionati da gennaio ad oggi e non solo quelli presenti all’ultimo raduno: Almasio Alessandro, Arena Giordano, Artale Leonardo, Bagnato Rosario, Balcan Nicolas, Battistella Liam, Beltrame Giacomo, Berger ALexis, Bertossi Filippo, Binutti Sebastiano, Borraacino Antonio, Brullo Gabriele, Brunatti Andrea, Bruzzi Daniel, Buraschi Emiliano, Busato Francesco, Cacopardo Antonio, Caffù Marco, Candiago Vittorio, Cantore Davide, Cannato Nicolas, Carabetta Danilo, Caudarella Mario, Cengarle Federico, Cirinà Davide, Civino Giacomo, Colla Davide, Colus Luca, Corallo Emanuele, Corallo Giulio, Corte Alessandro, Cremonesi Christian, Crocella Riccardo, Di Bert Simone, Fadini Kevin, Fochesato Vincent, Fraternali Federico, Galetto Fabio, Occhialini Ippolito, Marchiol Daniele, Molaro Davide, Molaro Simone, Quarino mauro, Ragogna Ruben, Rojatto Alex, Saoncella Mattia, Sapio Matteo, Shmai Mishel, Sosta Lorenzo, Sponton Emil, Tabagari Rati, Taddia Nicolas, Toffoletti Giona, Vergallo Roberto, Zuliani Tommaso, Rizzo Giovanni, Celerino Gioele, Boscolo Simone.

Serie A, girone nord-est: i risultati dell’ultimo turno di campionato

Un venerdì di Pasqua all’insegna del Rugby League al “Comunale” di Pasian di Prato: i padroni di casa si sono arresi, lottando fino all’ultimo minuto di gioco, contro la selezione de I Delinquenti del League, 22 – 32 il risultato finale. La partita sì è giocata si ritmi buoni e con la giusta attitudine da parte di tutte i giocatori coinvolti.

Alessandro Manca, PdP Wildcats: “Stiamo affrontando al meglio questa esperienza nel league e devo dire che sta piacendo. C’è competizione e ci permette di dare continuità durante le pause del campionato union a cui stiamo partecipando”.

Lorenzo Sosta, I Delinquenti del League: “Siamo agli inizi, ma giocare questa variante di rugby, ci sta coinvolgendo. Certo, dobbiamo allenarci ancora molto per prendere automatismi e movimenti, ma è una cosa che avevamo messo in conto. Un allenamento alla volta e i miglioramenti saranno sempre più netti”.

PdP Wildcats 22
I Delinquenti del League: 32

PdP Wildcats: Di Bert, Davide Molaro, Colus, Shmai, Cengarle, Manca, Fadini, Simone Molaro, Bertuzzi, Tabagari, Beltrame, Marchiol;

Mete: Fadini, Manca, Cengarle, Shmai

Trasformazioni: Fadini 3/4

I Delinquenti del League: Sosta, Zambon, Sponton, Ragogna, Anedda, Toffoletti, Quarino, Saccuman, Ponte, Narduzzi, Rojatto, Peresano, Zampa;

Mete: Sosta, Sosta, Zambon, Sponton, Ragogna, Anedda;

Trasformazioni: Anedda 4/6

GIRONE NORDEST

  • LIGNANO SHARKS
  • PDP WILDCATS
  • DELINQUENTI DEL LEAGUE

SQUADRE IN PROVA

  • RESIA XIII
  • TARVISIO XIII

19/11/2022
Pasian di Prato Wildcats – Lignano Sharks 42 – 54

16/12/2022
Pasian di Prato Wildcats – Tarvisio XIII Partita di prova

11/2/2023
Lignano Sharks – Delinquenti del League 60 – 48

18/2/2023
Lignano Sharks – Pasian di Prato Wildcats 18 – 16

7/4/2023
PDP Wildcats – Delinquenti del League 22 – 32

CLASSIFICA
Lignano Sharks 15
Delinquenti 5
PDP Wildcats 0

PROSSIME GARE
Delinquenti del League – PDP Wildcats
Tarvisio XIII – PDP Wildcats partita di prova
Delinquenti del League – Lignano Sharks

Ecco le date dell’Europeo League 2023

Sono state annunciate le date delle partite del Campionato A europeo di rugby League maschile del 2023. Un numero record di otto nazioni parteciperà al torneo, divise in due gironi, con le squadre che arriveranno prime di ciascuna disputando la finale sabato 11 novembre, molto probabilmente in Francia.

Le due nazioni meglio classificate in ogni gruppo al di fuori di Inghilterra e Francia – che si sono già qualificate per la Coppa del Mondo di Rugby League 2025 – si uniranno a loro, con le altre nazioni che accederanno alla competizione di qualificazione finale del 2024. L’Inghilterra farà la prima storica trasferta in Serbia.

La Francia, detentrice del Campionato Europeo, ha scelto il torneo come l’inizio del viaggio verso una buona prestazione nel 2025 e l’allenatore Laurent Frayssinous non vede l’ora di sfruttare al meglio l’opportunità. “Dobbiamo usare tutto il tempo da ora in poi per prepararci a ospitare la Coppa del Mondo e questo campionato è una parte importante”, ha commentato.

“Vogliamo trascorrere più tempo insieme e il nostro gruppo ha un buon mix mediterraneo con Italia e Spagna e molti giocatori della competizione francese. Abbiamo affrontato il Galles l’anno scorso e il modo in cui John Kear motiva i suoi giocatori, e sulla scia di una buona Coppa del Mondo per loro, sarà un vero banco di prova. Speriamo di poter raggiungere la finale e mantenere il trofeo, c’è sempre stato un appetito per il rugby league internazionale in Francia che contribuirà anche a dare un profilo al gioco nazionale”.

Le date previste sono le seguenti:

Gruppo A
21 ottobre 2023 – Inghilterra v Irlanda, Scozia v Serbia
28 ottobre 2023 – Scozia v Inghilterra, Serbia v Irlanda
4 novembre 2023 – Serbia v Inghilterra, Irlanda v Scozia

Gruppo B
21 ottobre 2023 – Spagna v Galles, Francia v Italia
28 ottobre 2023 – Francia v Spagna, Italia v Galles
4 novembre 2023 – Galles v Francia, Italia v Spagna

Finale
11 novembre 2023

Ecco i gironi per l’Italia XIII tra Europeo maschile e qualificazioni Mondiali femminili

Mentre il movimento italiano maschile del Rugby League sta giocando il suo campionato italiano. Tra nord e sud sono 9 le squadre coinvolte, più alcune piccole selezioni ad invito, ecco arrivare dalla Federazione Europea il cammino internazionale per il 2023. L’Italia XIII maschile se la vedrà nel girone A dell’Europeo di League contro Francia XIII, Galles XIII e Spagna XIII, mentre la selezione femminile nelle gare valide per la qualificazione Mondiale giocherà contro Irlanda XIII, Malta XIII e Serbia XIII.

Orazio D’Arro’, presidente Federazione Italiana di Rugby League: “Viviamo una stagione importante e dobbiamo lavorare sodo, tanto nel domestico, quanto in queste attività internazionali. Saranno sfide impegnative, ma il materiale umano c’è e sono molto entusiasta e fiducioso per un risultato che sarà più che positivo”.

Leo Epifania, head coach dell’Italia XIII: “Ci aspetta un calendario internazionale importante. Faremo in modo di farci trovare pronti. Ho molta fiducia nei miei collaboratori in Italia e in tutti i nostri atleti”.

Alberto Suin, head coach dell’Italia XIII Femminile: “Ci aspetta una bella avventura. Dobbiamo costruire una squadra solida, tanto a livello di identità quanto di struttura di gioco. Crediamo tutti molto di poter fare bene. Ora dobbiamo solo lavorare sodo”.