CIAURRO IDEE CHIARE PER IL FUTURO

Fabrizio Ciaurro, nato a Corboba (ARG) è un giocatore di rugby league di origine italiana di 24 anni. Dopo tanti anni di permanenza in Italia, ora si trova a Coventry per giocare il campionato inglese con i Coventry Bears.

Dopo questa breve introduzione per conoscere Fabrizio,  gli chiediamo di parlarci della sua esperienza con il rugby league italiano.

Il rugby league in italia l’ho scoperto durante la primavera/estate del 2011, quando a Piacenza, sono stato invitato ad uno stage di rugby league organizzato dalla F.I.R.L., dove erano presenti Tiziano Franchini, Kelly Rolleston e Paul Broadbent. Questo primo approccio con il rugby league mi è subito piaciuto, e sono finito a giocare il campionato italiano con il XIII del Duomo.

Successivamente ho avuto la fortuna di essere selezionato dai tecnici della Nazionale Italiana per un tour in Inghilterra. Questa prime partite internazionali, mi hanno dato la possibilità di proseguire la mia carriera internazionale con le qualificazioni alla Coppa Del Mondo. Ho giocato contro la Serbia in questo torneo di qualificazione mondiale, ed ho contribuito alla storica qualificazione dell’Italia alla coppa del mondo.
Nel 2012 ho giocato il torneo dell’European Shield, contro Russia, Serbia e Germania,segnando 3 mete in 3 partite. Infine quest’anno anche grazie alla F.I.R.L. ho accettato di migliorare le mie competenze di rugby league, cominciando a giocare con i Coventry Bears, squadra inglese che milita nel campionato RFL.

 

L’anno scorso sei stato nominato miglior giocatore italiano della stagione 2012, in un anno tanti progressi, cosa ti aspetti in questo 2013?

Non me lo sarei mai aspettato di ricevere questo premio. In un solo anno ho contribuito alla qualificazioena alla RLWC2013, ho giocato stabilmente con la Nazionale Azzurra, sono stato nominato miglior giocatore italiano della stagione 2012, e sono finito a giocare in Inghilterra, non male come esperienza.

 Sicuramente, essere stato scelto come miglior giocatore italiano del 2012 è un gran incentivo a continuare a lavorare, visto che la strada che ho intrapreso nel 2011 sta dando buoni frutti, ma arriverò ai miei obiettivi solo lavorando sodo!!

Da questo 2013, mi aspetto molte cose, fare bene con i Coventry Bears, migliorare, giocare l’European Shield, e perchè no arrivare alla coppa del mondo ad ottobre. Questo è il mio grande obbietivo!!

 

Fabrizio, chi è il tuo punto di riferimento nel rugby league?

Ovviamente Anthony Minichiello, il nostro capitano! Guardo spesso le sue partite, i suoi video, voglio capire come fa a trovarsi nel posto giusto al momento giusto! Excellent Timing!

 

 Mondiali ad ottobre, cosa pensi dell’italia che va ai mondiali?

La squadra penso sia molto forte, un misto di giocatori professionisti, semi professionisti proveniente da tutto il mondo. Sarà la migliore nazionale azzurra del rugby league di sempre. Ovviamente chi vestirà la maglia azzurra darà tutto in campo, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche dal punto di vista personale. Penso che i giocatori provenienti dalla NRL avranno con loro l’onere/onore di rappresentare le proprie famiglie emigrate in Australia tanti anni fa’ dimostrando quell’italianità che non viene mai persa!! Questa è una cosa che voglio fare in prima persona!!

Penso proprio che l’Italia sarà una gran bella sorpresa!

 

Qualche pronostico?

Partitona nei quarti contro la Nuova Zelanda? (Fabrizio sorride).

 

Dove ti vedi nel futuro prossimo?

Mi vedo giocare un ottima European Shield con i miei compagni di Nazionale, finire il campionato con i Bears nel migliore dei modi, e di restare in inghilterra sino a novembre inoltrato a Leeds con il nostro capitano!!!

Fabrizio Ciaurro, was born in Corboba (ARG) 24 years ago and is a rugby league player of Italian descent. After many years living in Italy, he has recently moved to Coventry to play Rugby League in the English league with Coventry Bears.

After this brief introduction, we asked Fabrizio to talk about his experience within the Italian rugby league.

 

“I was introduce to Rugby League during the spring / summer of 2011, when in Piacenza, I was invited to a rugby league camp organised by FIRL, which was run by Tiziano Franchini, Kelly Rolleston and Paul Broadbent. This first approach to rugby league,  I liked the game and ended up playing the Italian league with XIII del Duomo”.

I was then lucky enough to be selected by the coaching staff of the Italian National team for a tour in England. These first international matches, gave me the opportunity to start my international career which continued with the 2011 World Cup qualifying. I played against Serbia in the World Cup qualifying tournament, and I contributed to Italy’s historic qualification for the World Cup.

In 2012 I played in the European Shield, against Russia, Serbia and Germany, scoring 3 tries in 3 games. And finally this year thanks to the help from F.I.R.L. I wanted to improve my skills and knowledge of rugby league so I moved to England and started to play with the Coventry Bears in the RFL championship”.

 

Last year you were named the best Italian player of the 2012 season, a year where you made so much progress, what are your expectations for 2013?

“I  never expected to receive this award. In just one year I contributed to the qualification for the 2013 RLWC, I played regularly with the National side, I was named the best Italian player for the 2012 season, and ended up playing in England, not a bad experience.

Having been chosen as the best Italian player for 2012 is a great incentive to keep working hard, as the road that I undertook in 2011 is starting to bear fruit, but to achieve my goals I have to keep working hard!

For 2013, I have a lot of expectations firstly to do well with Coventry Bears, to improve as a player, to play in the European Shield, and why not get the call up to the World Cup in October. This is my big OBJECTIVE!”.

 

Fabrizio, who is your reference point in rugby league?

“Obviously Anthony Minichiello, our captain! I often watch his matches and his videos, I want to understand how can he be in the right place at the right time! Excellent Timing!”.

 

At the World in October, what do you think of the Italian side that will go to the World Cup?

“I think the team will be very strong, a mixture of professional players and semi-professionals from all over the world. It will be the best Italian national rugby league team ever. Obviously those who will put on the blue shirt will give everything on the field, both from a sporting and personal point of view. I think players from the NRL will have the burden / honor of representing their families who emigrated to Australia many years ago ‘showing that their Italian heritage is still strong! This is one thing I want to do myself!”.

I do think that Italy will be a big surprise!

 

Do you have any predictions?

“I don’t know a quarterfinals match against current world champions New Zealand? (Fabrizio laughs)”.

 

Where do you see yourself in the near future?

“I see myself playing a good European Shield with my fellow Italian National team mates, finishing the championship with the Bears in the best way possible, and to remain in England until late November in Leeds with our captain Minichello!”.

FacebooktwitterFacebooktwitter

Start a Conversation