MI SENTO ITALIANO

 

Jonathan Marcinczak, 23 anni, è uno dei giocatori italiani, nati in Inghilterra felici e onorati di rappresentare gli Azzurri e la sua famiglia.

E’ nato a Bradford (UK), e West Bowling, è stata la sua ultima squadra sino all’inizio di questa stagione. Jonathan, soprannominato Mario, quest’anno si è trasferito in Francia per iniziare la sua esperienza con i Albi Tigers.

“Stiamo attraversando un periodo di cambiamenti, ma abbiamo giocato bene”, dice “Mario” che ha giocato la sua prima partita per l’Italia, nel 2008, contro, la selezione britannica amatoriale (BARLA) e la Germania, quest’ultima partita valida per la European Shield 2008, quando aveva solamente 18 anni.

 

Come è stato il debutto con la squadra italiana?

“Per me è stato incredibile vestire la maglia italiana, mi sono sentito orgoglioso di essere italiano e da quel giorno  ho sempre lo stesso sentimento dentro di me”.

 

Quando sei stato per la prima volta in Italia?

“Avevo 11 anni. La mia nonna,  sua sorella e suo fratello, sono di Avelino, nel meridione. Lei si è trasferita in Inghilterra durante la guerra, ma la famiglia di mia nonna, vive ancora  in italia in una fattoria in zona di Avellino, in un posto bellissimo e molto rilassante. Sempre mia nonna, ha anche una sorella che vive a Bologna. La mia prima visita in Italia è stata presso la fattoria di mia nonna e i miei ricordi più belle sono stati i momenti dove ho aiutano la mia famiglia di Avellino; è stato incredibile”.

 

Hai imparato un po’ d’italiano?

“Sì, sono andato ad una scuola italiana, dai 5 ai 12 anni, ma col passare del tempo mi sono dimenticato un bel po’ di italiano. Diciamo che lo so abbastanza bene, italiano base per cavarmela in ogni situazione, ma mi piacerebbe essere fluente”.

 

Qual è la cosa migliore in Italia?

“La cosa migliore in Italia è senza dubbio il cibo … è incredibile!”

 

Dopo la qualificazione per il mondiale e l’ultima Shield Cup, quale è il tuo prossimo obiettivo con la nazionale?

“Il mio prossimo obiettivo con il team italiano è quello di giocare il maggior numero possibile di partite, e di giocare abbastanza bene per essere considerato nella squadra che andrà alla Coppa del Mondo … per me sarebbe fantastico giocare in Galles e Inghilterra per il mondiale e rappresentare il paese della mia famiglia, che è anche il mio”.

 

Ufficio Stampa F.I.R.L. Analia Pavan +61 410 376 629 

 

Jonathan Marcinczak, 23 years old, is one of the Italian players born in England happy to represent the Azzurri and his family.

He was born in Bradford and West Bowling was his last team until the start of this season, when he moved to France to start his experience with the Albi Tigers.

“We are going through a re-structual period but we have been playing strongly”, says the man who played his first game for Italy when was just 18 years old against the British amateur selection and Germany, during the Euro Shield 2008.

 

How was your debut with the Italian team?

“It was amazing to put the shirt on, I felt proud to be italian on that day and it has continued since then”.

 

When did you first go to Italy?

“I was 11. My grandma and her sister and brother came from Avelino, southern Italy. She moved over to England during the war but the family still live on a farm there, in a beautiful and very relaxed place. She also has a sister who lives in Bologna. My first visit to Italy was on the farm and I remember that I helped out on the farm, it was awesome”.

 

Have you learnt any Italian?

“Yes, I used to go to italian school when I was 5-12 but as time passed iv forgotten. I will say I know enough to get by but I would love to be fluent”.

 

What’s the best thing in Italy?

“The best italian thing is without a doubt the food … it’s amazing !”

 

After the RLWC qualification and the last European Shield, what is your next goal with the national team?

“My next goal with the italian team is to be playing in as many games as possible and be playing well enough to be considered in the world cup squad … it would be awesome to be playing in Wales and England for the world cup representing my family’s and my country”.

 

Media Staff F.I.R.L. Analia Pavan +61 410 376 629

FacebooktwitterFacebooktwitter

Start a Conversation