TRE ITALIANI IN INGHILTERRA

Dopo l’arrivo di Stefano Cardella e Francesco De Milito ai Coventry Bears dieci giorni fa è arrivato il turno di Fabrizio Ciaurro d’unirsi alla squadra inglese, della quale farà parte a partire di martedì.

Stefano Cardella, uomo del XIII del Duomo di Milano nelle ultime due stagioni italiane, pilone, tallonatore o seconda linea di 22 anni con esperienza in Azzurro durante l’ultimo European Shield, è stato il primo italiano a sbarcare ai Coventry l’11 di febbraio e la scorsa domenica ha fatto il suo debutto nell’amichevole che i Bears hanno perso 64-22 contro North Wales Crusaders.

Per la prima volta facente parte della squadra semiprofessionale formata nel 1998, l’italiano ha confessato che “la prima impressione è buona, la squadra è molto giovane ma c’è tanta qualità e sono fiducioso che lavorando tutti insieme duramente potremmo fare molto bene quest’anno”.

Cosí come Francesco De Milito (anche lui ex XIII del Duomo di Milano), Cardella rimarrá nella squadra della National Conference League fino alla fine della stagione che comincerà tra due settimane: “spero di essere confermato e rimanere anche dopo ottobre (ndr: quando l’Italia giocherà la sua prima Coppa del Mondo) ma comunque adesso il primo obbiettivo è quello di allenarmi duramente e giocarmi il posto da titolare, oltre a crescere rugbysticamente e come persona”.

Con riferimento al suo debutto, Cardella ha spiegato che “è stato molto positivo, abbiamo giocato contro una squadra di categoria superiore (Championship 1) ma devo dire che ce la siamo cavata molto bene e siamo usciti a testa alta dal campo. Fisicamente mi sento bene, la partita è stata molto fisica con impatti devastanti ma nel complessivo mi sento molto bene. Rispetto al gioco italiano qui c’è molto più impatto e molta più velocità nella trasmissione del pallone quindi non puoi permetterti di entrare in campo deconcentrato perche rischi veramente di farti male”.

L’estremo Fabrizio Ciaurro, invece, sarà parte dei Bears a partire di martedì quando il suo volo arriverà a Coventry dall’Italia. L’italiano nato 24 anni fa a Córdoba, Argentina, ha giocato l’ultima stagione in rugby union per Bassa Bresciana e allo stesso tempo il campionato league con Brescia RL, è stato compagno di Cardella in Nazionale durante la passata Euro Shield (vice capitano) e anche scelto il miglior giocatore italiano della categoria nel 2012.

“Penso non sia facile lasciare l’Italia”, ha spiegato Ciaurro prima di volare, “ma questa è la opzione migliore per cercare di crescere come giocatore. Far parte di questa squadra ed usufruire di tutta l’infrastruttura che ha Coventry ti motiva molto e ti fa arrivare a prendere la decisione di fare questa nuova esperienza”.

Già con la mente in Inghilterra, Ciaurro sa che “l’obbiettivo adesso è personale ed è quello di continuare a migliorare fisica e tecnicamente. E’ per questo che voglio accumulare la maggior quantità di minuti in campo perche solo così potrò arrivare a raggiungere gli altri obbiettivi che mi sono proposto, cioè fare un buon campionato con i Bears e poter esprimere il meglio di me per quanto riguarda la Nazionale”.

Il debutto italiano nella Coppa del Mondo sarà il prossimo 26 di ottobre a Cardiff contro il Gales e Cardella e Ciaurro hanno concordato che “Sicuramente le nostre possibilità di essere con l’Italia ai mondiali ed in buona forma cresceranno grazie a questa esperienza professionale, in ogni caso qui c’è molto da imparare e migliorare”.

“Il mio obbiettivo non è essere il migliore”, ha detto Ciaurro, “ma fare tutto sempre ogni volta meglio”.

“Il resto, se deve arrivare, arriverà da se”, ha chiuso Cardella.

Presto il nostro sito www.firl.it avrà una sezione dedicata agli italiani all’estero !

 

                                                                                                                                                                                        Ufficio Stampa F.I.R.L.

Analia Pavan

+61 410 376 629

After the arrival of Stefano Cardella and Francesco De Milito to Coventry Bears ten days ago now it’s Fabrizio Ciaurro’s time to join the English team, he will arrive and be part on Tuesday.

Stefano Cardella, man of XIII of Duomo of Milan in the last two Italian seasons, prop, hooker or second line with 22 years old and experience in the Azzurra during the last European Shield, was the first Italian to land in Coventry on 11 February and on Sunday made his debut in a friendly game that the Bears lost 64-22 against North Wales Crusaders.

For the first time being part of the semi-professional team formed in 1998, the Italian admitted that “the first impression is good, the team is very young but there is a lot of quality and I am confident that by working hard and together we can do very well this year”.

Like Francesco De Milito (also he an ex XIII of Duomo of Milan), Cardella will remain in the team for the National Conference League until the end of the season which begins in two weeks: “I hope to be confirmed and remain even after October (note: when Italy will play his first World Cup) but now the first objective is to train hard and try to be in the first team, grow up about rugby and also as a person”.

Talking about his debut, Cardella explained that “it was very good, we played against a team of a higher category (Championship 1) but I have to say that  we managed very well and we went out of the field with our head on. Physically I feel good, the game was very physical with devastating impacts but overall I feel very good. Thinking about the Italian games here we have much more impact and a lot more speed in the transmission of the ball so you can’t get into the field if you are not concentrated because really risks to hurt yourself”.

The fullback Fabrizio Ciaurro, however, will be part of the Bears starting on Tuesday when his flight will arrive in Coventry from Italy. The Italian, born 24 years ago in Cordoba, Argentina, played last season in rugby union for Bassa Bresciana and at the same time the league championship with Brescia RL, played with Cardella for the Azzurra during the past Euro Shield (sub captain ) and was also selected as the best Italian player of the category in 2012.

“I think it is not easy to leave Italy,” said Ciaurro before flying, “but this is the best option to try to grow up as a player. Being part of this team and taking advantage of all the infrastructure that they have motivates you to make this decision of the new experience”.

Already with his mind in England, Ciaurro knows that “the goal now is personal and it’s to continue to improve physical and technically. That ‘s why I want to be on the field as much as I can because it’s the only way to arrive to my other goals, which are make a good season with the Bears and to do my best in the things coming for the national team”.

The Italian debut in the World Cup will be the 26th of October in Cardiff against Wales and Cardella and Ciaurro agreed that “although certainly the possibility for us to be at the World Cup with Italy and in a good shape will be improved by this experience, here we have a lot of to learn and improve”.

“My goal is not to be the best,” said Ciaurro, “but it’s every time doing better”.

“The rest, if has to arrive, will arrive by himself”, closed Cardella.

Soon our site www.firl.it will have a section dedicated to all the Italian players around the world !

Media Staff F.I.R.L.

Analia Pavan

+61 410 376 629

 

 

FacebooktwitterFacebooktwitter

Start a Conversation