Gli Azzurri cominciano la campagna d’autunno

Italy coach Carlo Napolitano, who arrived in Lo Stivale (“the Boot”) from Brisbane at the weekend, trained with his squad for the first time on Monday evening, just two days before the Azzurri play Lebanon in the first of a two-match series. The less than ideal preparation has been mitigated by the timing of the Italian championship, which finished two weeks ago with a Piacenza victory, ensuring that the players will not go into the internationals underdone, as well as the positive energy coursing through the squad.
“The level of intensity that everyone is consistently showing is a credit to the game of rugby league and to the future of the game in Italy,” said Napolitano. “We are very proud of everyone for taking the time to analyze our game plan. We are also proud of how passionate the players are with the preparation of this game-plan at training, considering everyone’s busy schedules.”

The squad, which will later be joined by its Australian-based contingent ahead of the October series in Wales, has been disrupted by the withdrawal of five players who have not been released by their rugby union clubs. Scrum Half Johnny Grasso and strike centre Giovanni Franchi are notable losses to a group that will be keen to avenge Italy’s 84-0 loss to Lebanon in last year’s European Cup in Tripoli.
“Judging by the previous two training sessions and the limited preparation, the games will be exciting and full of enthusiasm,” said the former Salford Super League player. “Everyone is clicking really well as a team and we have definitely bridged the gap between the style of play that everyone is used to at their own level.”
Lebanon’s preparation has been better. Although they have been under the control of coach Rob Powell for only a week and will need to absorb his game-plan rapidly their train-on squad has been together most of the summer. A knee injury sustained by reserve prop Mohammed Akkar in training has reduced the touring party to 18-men, but Ibrahim Ballout will come into the squad for the MENA Championship next month.

ITALY (probable)
D. Wilson, P.Veronese, T.Robuschi, E.Lerna, F.Pavia ; L.Zollo, R.Fontana, F.Berzieri, A.Barzan, J.Marcinczak, M.Orfano, R.Quitadamo, M.Sands, J. Dubas-Fisher. subs:L.Torregiani, F.Grotti, J.Bonfiglio, F.Nannini, M.Soligo.

LEBANON (probable)
A.Bekdache, P.Nasr, M.Jamil, Ru.Hachache, R.Khoury; G.Aroyan, J.Hachem; M.Finan, P.Rahal, R.Finan; Y.El Helou, N.Saliba, Ro.Hachache.
subs: R.Akel, K.El Rafii, M.Tawil, P.Nasr, S.MansurIl Coach dell’Italia Carlo Napolitano, arrivato in Italia da Brisbane la settimana scorsa, ha allenato per la prima volta gli “Azzurri” la sera di lunedì, appena due giorni prima di scontrarsi con il Libano nel primo in una serie di due match. La preparazione è iniziata in ritardo causa il Campionato Italiano , finito due settimane fa con la vittoria del Piacenza, poichè non si voleva che i giocatori si affaticassero durante il campionato, e di conseguenza perdere l’energia positiva che ora corre attraverso la squadra.
“L’intensità che tutti ci stanno mettendo è un segno di conferma di crescita del Rugby League e del futuro di esso in Italia” ha detto Napolitano. “Siamo molto fieri che tutti riservino del tempo per analizzare il nostro piano tattico e di quanta passione i giocatori mettano nel programma di allenamenti considerando quanto piena sia la loro programmazione.”

“La squadra, che per le partite in Ottobre in Galles sarà rinforzata da alcuni giocatori Italo-Australiani, ha perso cinque giocatori provenienti dal Campionato Italiano pochè non rilasciati dai loro relativi club union. Il mediano Johnny Grasso ed il centro Giovanni Franchi sono perdite notevoli ad un gruppo che può giovare dell’esperienza dell’European Cup 2009 dove l’Italia a Tripoli in Libano è caduta per 84-00.

“Giudicando gli allenamenti posso dire che le due partite saranno emozionanti ed entusiasmanti”, ha detto l’allenatore ex giocatore di Super League di Salford. “Tutto sta procedendo bene e siamo riusciti a colmare i divari tra gli stili di gioco”

La preparazione del Libano è stata migliore, anche se son stati sotto il controllo dell’allenatore Rob Powell per soltanto una settimana e dovranno assorbire il suo stile di gioco dopo essere stati tutta l’estate sotto il controllo di un’altro allenatore. Una ferita al ginocchio nega la partecipazione a Mohammed Akkar quindi la squadra totale si è ridotta a 18 uomini, ma Ibrahim Ballout entrerà il mese prossimo in squadra per il campionato.

ITALY (probabile formazione)
D. Wilson, P.Veronese, T.Robuschi, E.Lerna, F.Pavia ; L.Zollo, R.Fontana, F.Berzieri, A.Barzan, J.Marcinczak, M.Orfano, R.Quitadamo, M.Sands, J. Dubas-Fisher.a disposizione: L.Torregiani, F.Grotti, J.Bonfiglio, F.Nannini, M.Soligo.

LEBANON (probabile formazione)
A.Bekdache, P.Nasr, M.Jamil, Ru.Hachache, R.Khoury; G.Aroyan, J.Hachem; M.Finan, P.Rahal, R.Finan; Y.El Helou, N.Saliba, Ro.Hachache.
a disposizione: R.Akel, K.El Rafii, M.Tawil, P.Nasr, S.Mansur

FacebooktwitterFacebooktwitter

Start a Conversation