Tag: Nazionale Irlanda

Qualificazioni alla Rugby League World Cup 2021, ecco finalmente le date

Sono state ufficializzati accoppiamenti e date delle gare di qualificazione alla prossima Rugby League World Cup, in programma in Inghilterra dal 23 ottobre al 27 novembre 2021.
Italia alla caccia del terzo accesso consecutivi alla massima competizione internazionale di questo sport, occhi puntati ora sui gironi di playoff che decreteranno, nell’autunno 2019, le ultime europee qualificate.

Al termine del sorteggio effettuato per mano delle stelle Tommy Makinson (Inghilterra, Golden Boot 2018), Regan Grace (Galles) e Théo Fages (Francia), azzurri accoppiati all’Irlanda e alla Spagna. Se i Wolfhounds, 12/a forza del ranking RLIF, vantano parecchie presenze al torneo iridato, la Spagna non ha mai raggiunto la qualificazione ma possono vantare un’importante crescita recente.

Photo Courtesy of NRL Photos

Tra irlandesi e italiani si è sviluppata di recente un’agguerrita, tuttavia sana e rispettosa rivalità sportiva, figlia dei vari incontri disputati, ultimo il 36-12 subito dal XIII azzurro a Cairns (Queensland, Australia) al mondiale 2017.
L’ultimo incontro tra Italia e Spagna risale all’estate 2017, allorché gli azzurri guidati sul campo dalla stella nazionale dual code Mirco Bergamasco inflissero al XIII del Toro una pesante sconfitta (94-4) sul terreno di Manta, casa dei Saluzzo North West Roosters.

Nell’altro girone, a Scozia e Russia si unirà una tra Norvegia e Grecia. La sfidante di Bravehearts e Bears verrà determinata dall’esito dello spareggio in programma sul campo neutro di Londra il 18 maggio 2019, nell’ambito di un double-header che vedrà il test accoppiato a una sfida del campionato inglese di club.

Foto Twitter @RLWC2021

«C’è molta attesa – commenta Chris Thair, general manager della Rugby League European Federation – in vista di queste gare di qualificazione. Sarà senza dubbio importante, in queste sfide il prossimo anno, saper operare sotto pressione e fornire prestazioni di massimo livello per centrare la qualificazione. Ulteriori dettagli saranno diffusi nei primi mesi del 2019, ma già posso dire che ci aspettano 3 settimane di grande rugby league».

Di seguito, il calendario.

26-27 ottobre 2019
Spagna-Irlanda
Scozia-Russia

2-3 novembre 2019
ITALIA-Spagna
Grecia/Norvegia-Scozia

9-10 novembre 2019
Irlanda-ITALIA
Russia-Grecia/Norvegia

Gruppo A: Irlanda, ITALIA, Spagna.
Gruppo B: Grecia/Norvegia, Russia, Scozia

Si qualificano le prime 2 di ogni girone.


Published 17/12/2018 by Matteo Portoghese – FIRL Social Media Officer

 

 

FacebooktwitterFacebooktwitter

Rugby League World Cup, 1/a giornata – L’Italia si arrende all’Irlanda (36-12)

Pomeriggio storto per l’Italia nella prima giornata della Rugby League World Cup 2017. Davanti ai 9mila di Barlow Park  gli azzurri si sono arresi all’Irlanda con punteggio di 36-16, al termine di 80′ di sofferenza sia per il caldo che per la maiuscola prestazione del XIII di coach Mark Aston

In cronaca, Italia costretta a rinunciare al fuoriclasse Terry Campese, vero motore del suo gioco un anno fa nelle qualificazioni iridate. Al suo posto, spostato in mediana Ryan Ghietti, accoppiato al giovane Jack Johns. Dall’altra parte, superlativa prestazione di Liam Finn, veterano n. 7 dal 2007 nel giro dei Wolfhounds

Photo Courtesy of NRL Photos

Avvio da incubo per la Nazionale, buttata subito giù dalla meta di Liam Kay al 3′. La stessa ala dei Toronto Wolfpack si ripete alla mezzora, non prima di George King, classe 1995 di Warrington. Gli irlandesi sono semplicemente ovunque: mettono pressione, non lasciano agire le bocce di fuoco italiane, agiscono come un tutt’uno. 
Dall’altra parte l’Italia, fragile in difesa a destra, si lascia sorprendere troppo spesso e nell’altra metà campo completa troppi pochi set, cadendo in errori anche banali. Prima dell’intervallo la meta di Justin Castellaro, che il suo rugby league di club lo gioca proprio a Cairns, illude e si va al riposo con la sensazione che si potrebbe tutto sommato avere una partita. 

Photo Courtesy of NRL Photos

Azzurri fortemente condizionati dall’infortunio di Jack Johns e da una mediana orfana dei due titolari designati da coach Ciraldo. Dall’altra parte i verdi, spinti dalle stelle di Super League Louie McCarthy-Scarsbrook, Kyle Amor e Tyrone McCarthy, si fanno sempre preferire per voglia, grinta e concretezza nell’azione di gioco: marca lo stesso Amor al 55′ e bissa Morgan all’ora di gioco. L’Italia è tramortita: illusa dalla stupenda azione sull’asse MantellatoMilone (meta al 47′), non trova mai il bandolo della matassa e cade pian piano sotto i colpi di una squadra organizzata e compatta verso l’obiettivo. Il 36-12 è una lezione dura ma non ingiusta verso un gruppo chiamato ora a reagire fin da domenica prossima contro gli Stati Uniti a Townsville

Photo Courtesy of NRL Photos

Premiato come miglior azzurro il tallonatore Colin Wilkie, mentre il regista irlandese Liam Finn ha ricevuto il premio di Man of the Match

IRLANDA-ITALIA 36-12 (20-6)
Irlanda: Grix, McDonnell, Chamberlain, Morgan, Kay, Pewhairangi, Finn, Singleton, McIlorum, Amor,  McCarthy-Scarsbrook, Roberts, Kings. Interchange: McCarthy, Hasson, Philbin, Mullally. All.: Aston. 
Italia: Tedesco, Cerruto, Castellaro, Milone, Mantellato, Ghietti, Johns, Vaughan, Wilkie, Alvaro, Riethmuller, Minichiello, Brown. Interchange: Santi, Wakeman, Walker, Tramontana. All.: Ciraldo. 
Arbitro: Grant Atkins (Australia).
NoteSpettatori: 9.216. 

N.B.: Foto concesse da NRL Photos


 


Italy v USA, domenica 5 novembre, Townsville Stadium, Townsville
Italy v Fiji, venerdì 10 novembre, Canberra Stadium, Canberra

Foto © Red Elephant / Cultural Pulse

Published 29/10/2017 by Matteo Portoghese – FIRL Social Media Officer

FacebooktwitterFacebooktwitter