Categoria: Comunicati Stampa

Comunicati Stampa

L’Italia è Full Member della Rugby League International Federation

L’Italia è stata eletta all’unanimità Full Member della RLIF (Rugby League International Federation)
Photo Courtesy of NRL Photos

Sydney – Il Rugby League italiano ha fatto un grande passo in avanti, tanto a livello di rapporti internazionali, quanto di credibilità: nell’assemblea Mondiale svolta a Sydney, infatti, davanti a tutti i rappresentanti del Rugby League mondiale, la FIRL (Federazione Italiana Rugby League) è stata nominata Full Member della Rugby League International Federation. 

© SportsCode

Si tratta di un passo in avanti molto importante per il movimento League italiano, questa nomina porterà senza ombra di dubbio maggior stabilità al movimento italiano e anche alla Federazione stessa, che potrà prendere la parola nelle riunioni di organizzazione mondiale con maggior tranquillità e credibilità.

«Per noi diventare Full Member era un passo fondamentale e siamo molto contenti che ci ci sia stata data l’opportunità di confrontarci con tutte le federazioni mondiali – commenta Orazio D’Arrò, presidente della FIRL – aver avuto poi l’unanimità di voto, poi, è un aspetto che non può che farci molto piacere. Ora, per l’Italia e la FIRL, è veramente arrivato il momento di fare quel salto in avanti che tutti ci aspettiamo e per cui stiamo lavorando da almeno 10 anni».

 
Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

FI – TA sponsor tecnico dell’Italia League

Accordo biennale tra la FIRL e il marchio rugbistico specializzato nel rugby a XIII 

 

FI – TA è il nuovo sponsor tecnico dell’Italia League: la Federazione Italiana Rugby League, infatti, è riuscita a chiudere un accordo di due anni con il marchio d’abbigliamento dedicato al rugby a XIII; la FI – TA garantirà supporto alla nazionale italiana, a quella Emergenti, al settore femminile, a quello iuniores e anche al campionato italiano. <<Sono orgoglioso e soddisfatto di essere riuscito a chiudere questo accordo di partnership – commenta Orazio D’Arrò, presidente della FIRL, Federazione Italiana Rugby League – nell’anno della Coppa del Mondo volevamo stabilizzarci anche dal punto di vista del materiale tecnico e con questo legame ci siamo riusciti. Stiamo lavorando sodo, a 360°, per garantire il massimo al nostro movimento. Dobbiamo strutturarci sempre meglio e questo è un altro piccolo, grande passo verso quegli standard internazionali di organizzazione che vogliamo raggiungere. Il materiale, poi, sarà disponibile sul sito della FI – TA (www.shop.fi-ta.com.eu), nell’apposito shop e su quello della FIRL, di prossima pubblicazione>>. 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

L’Italia League passeggia sulla Spagna XIII

Vittorie anche per l’Italia League U21 contro i pari età iberici e per la Femminile

L’Italia League passeggia sulla Spagna XIII: 94 – 4 il risultato finale. Gli azzurri giocano una partita equilibrata e cinica, marcano ogni qualvolta ne hanno la possibilità e mettono in campo una buona organizzazione, segnale positivo guardando al futuro. In uno stadio, quello del Saluzzo, gremito di pubblico si sono alternate per tutto il corso della giornata partite di grande spessore: in primis le Azzurre che hanno giocato e vinto (34 – 16) una partita contro la squadra femminile del Saluzzo, poi l’Italia League U21 ha superato i pari età della Spagna XIII (40 – 16) ed infine le nazionali seniores. Tra Italia e Spagna hanno ben figurato Jaume Giorgis, l’esperto Gioele Celerino e Davide Spinnato, tra i migliori in assoluto. <<Sono molto orgoglioso per il risultato ottenuto e per come la squadra ha giocato e gestito la gara – commenta Orazio D’Arrò, presidente della Federazione Italiana di Rugby League – stiamo strutturando una squadra molto unita e di livello. Il futuro? Ora ci dobbiamo concentrare sul campionato italiano che partirà nel prossimo fine settimana e poi avremo modo di giocare ulteriori partite internazionali, per preparare al meglio la Coppa del Mondo di ottobre>>.

Le partite giocate a Saluzzo:

ITALIA FEMMINILE VS SALUZZO FEMMINILE 34 – 16

ITALIA LEAGUE U21 VS SPAGNA U21 40 – 16

ITALIA LEAGUE 94

SPAGNA XIII 4

ITALIA LEAGUE: 1 Fabrizio Ciaurro, 2 Davide Spinnato, 3 Alessio Rigo, 4 Mirco Bergamasco, 5 Edoardo Pezzano, 6 Jaume Giorgis, 7 Michele Morao, 8 Tommaso Nicoli, 9 Lorenzo Luccardi, 10 Giuseppe Pagani (n. 20), 11 Lucas Bruzzone, 12 Matthew Sands, 13 Gioele Celerino, 14 Carlo De Carli, 15 Francesco Di Trapani (10), 16 Paolo Radosta , 17 Ismael Byaoui (19); All.: Kelly Kelly Rolleston

SPAGNA LEAGUE: Iván Ordaz, Salvador Fajardo, Miguel Olivares, Sergio Perez, Samuel Baeza, Jonathan Infante, Vicente Cubes, Aitor Davila, Carlos Jane, Dani Morales, Aitor Romero, Raul Simo, Remy Bueno, Andrew Pilkington, Antoni Tolmos; All Darren Fisher.

Marcatori

1° tempo
1′ meta Bruzzone, non trasformata
5′ meta Spinnato, trasformazione Bergamasco
5′ meta Spagna, non trasformata
13′ meta Rigo, trasformazione Bergamasco
17′ meta Celerino, trasformazione Bergamasco
23′ meta Celerino, trasformazione Bergamasco
29′ meta Bruzzone, trasformazione Bergamasco
34′ meta Giorgis, trasformazione Bergamasco

2°tempo
2′ meta Giorgis, trasformazione Bergamasco
8′ meta Celerino, trasformazione Bergamasco
13′ meta De Carli, trasformazione Bergamasco
16′ meta Di Trapani, trasformazione Bergamasco
20′ meta Di Trapani, trasformazione Bergamasco
23′ meta Di Trapani, trasformazione Bergamasco
29′ meta Sands, trasformazione Sands
33′ meta Ciaurro, trasformazione Celerino
38′ meta Spinnato, trasformazione Bergamasco

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

L’Italia League perde di misura in Libano

Gli Azzurri cadono a Beirut 6 – 4, Mediterranean Cup al Libano

L’Italia League perde di misura in Libano e la Mediterranean Cup rimane saldamente nelle mani della nazionale libanese: 6 – 4 il risultato finale. L’Italia gioca un partita ordinata, molto ben strutturata in difesa e altrettanto concreta in attacco, forse la troppa frenesia in fase offensiva penalizza gli italiani che in più di un’occasione potevano andare a marcare. Risultato a parte l’Italia ha dimostrato sul campo di essere squadra e di aver intrapreso la strada giusta per poter emergere concretamente anche a livello internazionale, il lavoro svolto in una settimana di allenamenti a Beirut a sicuramente aiutato a unire il gruppo e a sviluppare la giusta attitudine verso alcune strutture del rugby a XIII. <<Siamo dispiaciuti per la sconfitta – commenta Tiziano Franchini, allenatore dell’Italia League e vicepresidente della Federazione Italiana Rugby League – in ogni caso guardiamo avanti con positività e con la consapevolezza di aver lavorato in modo molto positivo. Tanto io quanto Kelly Rolleston siamo molto orgogliosi dei ragazzi, per la tenuta mentale che hanno avuto per tutta la gara e per come hanno reagito sul campo ad ogni attacco del Libano. Dispiace per la meta, valida, annullata a Mirco Bergamasco, ci avrebbe permesso di vincere e di essere ripagati di molti sacrifici; tuttavia arriveremo ancora più preparati alla prossima Mediterranean Cup che si terrà in Italia. Ora la testa è già alla Spagna, squadra che sfideremo sabato prossimo a Saluzzo>>.

LIBANO-ITALIA 6-4 (4-4)

Libano: R. Sabat, A. Bowles, K. el Rafii, J. Tohme, J. Moorkar, W. Harb, I. Chidiac, T. El Hage, G. Hammoudieh, Z. Agha, K. Bejjani, A. Abou Arabi, R. Hachache, Subs: M. Tawk, R. Farjallah, J.M. Rizkalla, E. Bou Lattof. All.: Tarik Houchar

Italia: Borina, Rigo, Passera, Bergamasco, Pezzano, Giorgis, Giammario, Pagani, Boscolo, Nicoli, Hliwa, Sands, Celerino, Subs: Ciaurro, Stanissa, Di Trapani, Bayoui. All.: Kelly Rolleston

Arbitro: Mikhael Shammas.

Giudici di linea: Nadeem Moughnieh, Sami Assaf.

4th Official: Jad Esseily.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Rugby League: a Catania e Abbiategrasso i prossimi corsi allenatori FIRL

da NPR – Non Professional Rugby

La FIRL (Federazione Italiana Rugby League) nell’ottica del progetto di sviluppo e promozione del Rugby a XIII organizza una serie di corsi allenatori: il 22 e il 23 aprile la macchina organizzativa federale opererà in Sicilia, a Catania, mentre il 6 e il 13 maggio si sposterà ad Abbiategrasso (MI). <<L’intenzione della Federazione è quella di operare costantemente sul territorio per preparare al meglio i tanti appassionati di rugby league – commenta Tiziano Franchini, vice presidente della FIRL – in Sicilia il League si sta diffondendo molto bene, grazie anche al grande lavoro che i rappresentanti FIRL stanno facendo sul territorio, stesso discorso per il nord Italia. Continueremo con questo lavoro di promozione e diffusione, considerati anche i tanti eventi che ci vedranno protagonisti da giugno in poi>>. 

Per maggiori informazioni, orari e curiosità: info@firl.it

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Campionato Italiano, Libano, Spagna, Scozia e la Coppa del Mondo gli appuntamenti della Firl

da NPR – Non Professional Rugby

La stagione del Rugby League Italiano della FIRL (Federazione Italiana Rugby League), dopo quale mese di riunioni e assestamento, si appresta a prendere il via e lo fa con grandi attese, considerato il gran numero di attività che vedranno la FIRL schierata in prima persona, l’imminente Coppa del Mondo e le numerose partite che si giocheranno a livello Seniores e Juniores. Il coordinamento federale ha deciso di dare ampio spazio al campionato italiano, che anche per questa stagione si svilupperà da nord a sud, all’attività juniores e a quella femminile. Grande attenzione, poi, per le amichevoli internazionali che l’Italia League giocherà in preparazione alla World Cup di novembre e alle gare che si giocheranno a livello di giovanili, fondamentali per al crescita del movimento. <<Per noi questa stagione è fondamentale – commenta Orazio D’Arrò, presidente della FIRL (Federazione Italiana Rugby League) – dobbiamo lavorare per il Mondiale, sicuramente, ma dal mio/nostro punto di vista è importantissimo sviluppare un campionato italiano sempre più competitivo e lavorare sul settore giovanile e femminile. Dovevamo strutturarci e lo abbiamo fatto, darci un programma e anche quello lo abbiamo fato; entrambe queste cose a breve le condivideremo, in modo tale da dare a tutti dei referenti con cui parlare. Le mie aspettative? Sicuramente mi piace ragionare in grande, ma soprattutto voglio pensare alla definitiva affermazione del movimento del League anche in Italia>>.

ATTIVITA’ e RADUNI SENIORES E JUNIORES
22-23 aprile 2017 Stage seniors sud Catania
13-14 maggio 2017 stage seniores/juniores nord località da confermare
20-21 maggio 2017 stage seniores/juniores nord località da confermare
Maggio Stages seniores e juniores sud Località e Data da fissare

Date campionato italiano

16-18 giugno 2017 Prima giornata tappa al nord e al sud
23-25 giugno 2017 Seconda giornata tappa al nord e al sud
1-2 luglio 2017 Terza giornata tappa al nord e al sud
7-9 luglio 2017 Quarta giornata tappa al nord e al sud
14-16 luglio 2017 Quinta giornata tappa al nord e al sud

Attività internazionale

3 giugno 2017 LIBANO vs ITALIA seniores Beirut
10 giugno 2017 ITALIA vs SPAGNA seniores Saluzzo
ITALIA vs SPAGNA under 21 Saluzzo
ITALIA VS LIBANO femminile Saluzzo
2-3 settembre 2017 ITALIA vs SCOZIA Seniores
ITALIA vs SCOZIA under 19

Altre attività saranno comunicate, in quanto sono in attesa di conferma ufficiale.

Corsi di allenatore e arbitro

La FIRL sta ultimando un calendario dettagliato che, in accordo con le società, sarà pubblicato nelle prossime settimane.

Sono aperte le iscrizioni al campionato di Rugby League 2017
Per maggiori informazioni scrivere a info@firl.it

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

La Federazione Italiana di Rugby League (FIRL) è il nuovo “full member” della Federazione Europea

La Federazione Italiana di Rugby League (FIRL) è il nuovo “full member” della Federazione Europea: la FIRL, infatti, dopo un lungo percorso di formazione ha avuto questo importante riconoscimento dalla RLEF – Rugby League European Federation che le permetterà di sedersi attorno al tavolo assieme a Federazioni importanti e blasonate come Inghilterra, Francia e Scozia, per gestire il presente e, soprattutto, il futuro del Rugby League Continentale. Il lavoro svolto dalla FIRL negli ultimi anni è stato osservato e valutato dalla RLEF che, alla fine, ha deciso di dare questa importante opportunità all’Italia del League al fine di incentivarne ulteriormente la crescita. <<Per noi si tratta di un momento storico, sono felice ed entusiasta – dichiara Orazio D’Arrò, presidente della FIRL – Federazione Italiana Rugby League – avere l’opportunità di lavorare per il futuro del rugby league a livello globale è un grane passo in avanti per noi. Ringrazio tutti quelli che negli anni si sono operati per la causa del Rugby a XIII in Italia. Il futuro? Dobbiamo pensare a stabilizzarci, lavorare sul campionato italiano e sul settore juniores e femminile. E la prossima Coppa del Mondo? Sarà un momento importante per la crescita del nostro movimento>>. In Italia attualmente si gioca un campionato italiano seniores a 12 squadre, una di queste, poi, il Saluzzo NWR partecipa anche alla serie C francese, nell’area di Marsiglia, poi ci sono 6 compagini Juniores, 11 scuole operative e un progetto femminile che si sta ampliando sempre in maniera più costruttiva. <<Abbiamo apprezzato l’attività della FIRL negli ultimi anni e, soprattutto, il modo in cui ha gestito le cose dal 2011 ad oggi – sottolinea il general manager della RLEF, Danny Kazandjian – per noi l’Italia è importante per la diffusione del League e la FIRL ha tutte le carte in regola per poter diffondere e strutturare al meglio questo nostro movimento. Siamo fiduciosi e soddisfatti di questa entrata della FIRL nella struttura Europea come Full Memebr>>.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Rugby league femminile, Simona Gazzera: “In Nazionale gruppo già affiatato, possiamo crescere molto”

di Matteo Portoghese per MondoSportivo.it

 

Lo scorso 25 febbraio la nazionale femminile italiana di rugby league ha giocato il suo primo storico test internazionale. Nel netto 0-22 rifilato al Libano si è distinta in maglia azzurra Simona Gazzera, giocatrice delle Saluzzo Ladies.
Proprio l’esperienza del Saluzzo Rugby, realtà del Nord Ovest italiano da quest’anno impegnata a livello maschile nei campionati francesi, è un incoraggiante esempio di lavoro sul territorio, coraggio e intraprendenza.
Abbiamo pensato allora di intervistare Simona, a qualche settimana di distanza da Libano-Italia, per farci raccontare la realtà del league femminile e, in particolare, dell’esperienza in maglia azzurra.

Ciao Simona, ti ringrazio della disponibilità per l’intervista. Da quanto tempo giochi a rugby?
Ciao, mi fa sempre piacere parlare di rugby. Da quando ho iniziato a praticarlo, un anno e mezzo fa circa, mi ha sempre dato grandi emozioni e soddisfazioni.

Il rugby viene percepito, ahimè, come uno sport “da maschi”, nell’immaginario collettivo. È ancora così o qualcosa si sta muovendo?
Prima di conoscere Elio Giacoma, l’allenatore del Saluzzo, non sapevo che in Italia si praticasse il rugby a livello femminile e io per prima ero titubante sulle mie possibilità di “potercela fare”, vista anche la mia piccola statura. Ma mi rendo conto che oggi il mondo del rugby si sta muovendo in una direzione in cui non è fondamentale essere degli energumeni, ma è necessario saper usare bene la testa! Il movimento femminile sta piano piano prendendo piede ma a parer mio dovrebbe essere più pubblicizzato.

A livello di rugby union, quali esperienze hai fatto e in quali squadre?
Ho iniziato ad allenarmi con la squadra di Saluzzo nell’ottobre del 2015 ma, dopo poche settimane la squadra femminile si è sciolta. Nonostante ciò ho continuato i miei allenamenti con la maschile: mi piaceva troppo questo sport per abbandonarlo così. Poi nel marzo del 2016 ho conosciuto la squadra del Cuneo Pedona, con la quale ancora oggi partecipo alla Coppa Italia. Da marzo del 2015 partecipo alla Coppa Italia rugby a 7 col Cuneo Pedona e da dicembre 2016, insieme ad altre mie compagne, ho iniziato ad allenarmi anche con la squadra di rugby a XV del CUS Torino

Come ti sei avvicinata al rugby league?
Mi sono approcciata al rugby league sin da subito, dato che la maschile del Saluzzo partecipa da quest’anno ai campionati francese. Già lo scorso anno i ragazzi si sono preparati per questo cambiamento da union a league e io non ho mai smesso di frequentare i loro allenamenti. Era sempre un grande stimolo per me, oltre che un grande divertimento.

Hai partecipato alla trasferta in Libano, in maglia azzurra. Il Saluzzo NWR sarà fiero di te. Cosa ti piace di questo ambiente?
Devo dire infatti grazie ai Roosters e a Elio se ho avuto questa occasione di indossare la maglia della Nazionale in Libano. Sono un bellissimo gruppo, che fin da subito mi ha incoraggiato e sostenuto. È sempre un piacere per me fare allenamento con loro. Trovi sia un ambiente serio: quando è il momento di lavorare lo si fa con concentrazione e determinazione. E poi ovviamente c’è sempre spazio anche per due risate e un po’ di birra a fine allenamento!

Ti aspetti un Libano più attrezzato e competitivo, nella prossima sfida?
Sicuramente l’obiettivo delle libanesi sarà quello di di migliorare e arrivare con le carte giuste per vincere nella partita di ritorno. Ma noi abbiamo delle buone basi e lavorando bene sui nostri punti deboli possiamo crescere molto.

Cosa bisognerebbe fare, secondo te, per far crescere ancora di più il league in Italia?
Forse si potrebbero organizzare più di frequente allenamenti e stage nei vari centri rugbistici sparsi per tutta Italia e dare più continuità a questo movimento.

Ti ringrazio e…In bocca al lupo per le prossime sfide rugbistiche!
Grazie a te, e spero di avere la possibilità di fare un’altra esperienza come quella libanese, perché ho trovato delle compagne fantastiche e un gruppo ben affiatato: mi hanno dato tanto sia a livello rugbistico che umano.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Italia League: Anthony Minichiello sarà l’assistente allenatore degli Azzurri alla prossima Coppa del Mondo

La Federazione Italiana Rugby League (FIRL) è lieta di annunciare la nomina di Anthony Minichiello come assistente allenatore della squadra nazionale per la prossima Coppa del Mondo di Rugby League.
 
Minichiello, uno dei giocatori di League più forti di sempre, vanta oltre 302 partite con i Sydney Roosters, aveva già partecipato da giocatore con la maglia dell’Italia League alla Coppa del Mondo 2013 e ora per la RLWC 2017 allenerà assieme Cameron Ciraldo, head coach dell’Italia League. 
 
<<Ho avuto il privilegio di vestire la maglia azzurra prima da giocatore – commenta <strong>Minichiello</strong> – e ora ho l’opportunità di farlo anche da allenatore e questa è una cosa che mi entusiasma. Non vedo l’ora di trasmettere la mia conoscenza e la mia esperienza al gruppo dell’Italia League, voglio aiutare i ragazzi a crescere e a giocare un Mondiale da assoluti protagonisti>>. 
 
<<Sono molto soddisfatto delle nostre prestazioni durante le qualificazioni alla RLWC 2017 – commenta Cameron Ciraldo, head coach della nazionale italiana di rugby league – l’avventura alla Coppa del Mondo sarà dura, ma mi aspetto tanto dalla squadra. Il nostro obiettivo? Raggiungere i quarti di finale e penso che con l’aiuto di “Mini” questo possa davvero diventare realtà>>. 
 
La FIRL ha inoltre confermato la nomina di Kelly Rolleston (assistente allenatore) e Alex Corvo (preparatore atletico) per arricchire lo staff tecnico del Azzuri in vista della Coppa del Mondo di Rugby League 2017 (RLWC2017).
 
L’Italia attualmente è tredicesima nel ranking mondiali ed è stata inserita nella Pool D della Coppa del Mondo di Rugby League, assieme a Statu Uniti d’America, Fiji e Irlanda. Le prime tre squadre qualificate nelle Pool potranno accedere ai quarti di finale. 
 
Italia vs Irlanda del 29 ottobre 2017, Barlow Park a Cairns
Italia vs USA, il 5 novembre 2017, Townsville Stadio
Italia vs Fiji 10 novembre 2017, Canberra Stadium
Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

L’Italia League Femminile corsara in Libano

Le Azzurre si impongono nettamente (0 – 22) e vincono la loro prima uscita internazionale ufficiale 
 
 
<<Sono e siamo tutte molto felici per questo risultato – commenta nel dopo partita il capitano dell’Italia, Valentina Virgili – abbiamo dimostrato sul campo di essere una squadra, non ci siamo mai tirate indietro e abbiamo portato avanti ogni pallone che abbiamo toccato. Troppi errori nel “play the ball”, ma era la nostra prima uscita e avremo tempo per affinare la tecnica. Ci siamo divertite tanto. Per molte di noi era la prima volta in un rugby “a tutto campo”, venendo dalla Coppa Italia e devo dire che ce la siamo cavata in maniera egregia. Il futuro? Dobbiamo lavorare ancora tanto, ma questo è un grande gruppo>>. L’Italia League Femminile ha giocato una partita di cuore, le ragazze allenate dal duo Nicotra/Franchini hanno difeso con grande tenacia e attaccato con altrettanta determinazione. La consapevolezza è che la strada intrapresa sia quella giusta. A maggio per la Federazione Italiana di Rugby League ci sarà la rivincita contro il Libano. 
 
LIBANO FEMMINILE 0
ITALIA LEAGUE FEMMINILE 22
 
ITALIA LEAGUE FEMMINILE: 1 Pratelli Giorgia, 2 Gubernale Chiara, 3 Silvia Gai, 4 Di Martino Oliwia, 5 Marina Gueli, 6 Virgili Valentina – capitano, 7 Gurrieri Ludovica,  8 Indaco Eugenia – vice capitano, 9 Sanna Passino Irma, 10 Barro Anna, 11 Salvatore Elisa, 12 Pinnarello Virginia, 13 Ascione Marika, 14 Capello Silvia, 15 Forgiarini Viviana, 16 Gazzera Simona, 17 Zaffarana Giuliana; All. Nicotra/Franchini. 
 
Marcatori: 2 mete Anna Barro, 1 meta Marina Gueli, 1 meta Giuliana Zaffarana; 3/4 le trasformazioni di Valentina Virgili. 
Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus