Categoria: Campionato

I Saluzzo North West Roosters tra Nazionale, campionato e Coupe de France

Autore foto Foto Flavio Chiavassa.


A Saluzzo non conoscono confini: la squadra che rappresenta un piccolo comune di 17 mila abitanti si è ‘trasferita’ oltralpe per vivere a cavallo tra Italia e Francia il sogno del rugby league.

Dalla base solida di un club di un rugby union, che s’è innamorato così tanto del nostro ‘codice’ da trasformarsi e dedicarcisi in toto: i resoconti che ci giungono dal cuneese ci raccontano del progetto mini rugby league, con bimbi dai 4 ai 7 anni che si affacciano per la prima volta all’ovale e che hanno proprio col league il loro primo contatto: una delle speranze del movimento italiano, piccolo ma in espansione. D’altronde i bambini sono il futuro e da qui passa il progetto di club e FIRL: tesseramenti, scuole, attività coi più piccoli. 

Ma non finisce qui: il nome Saluzzo ha fatto…Il giro del mondo.

Per diverse vie: a giugno Manta – cittadina vicina, che ospita le partite e l’attività dei NWR e ne sostiene con convinzione gli sforzi – ha ospitato il Test Match Italia-Spagna, con parecchi Roosters in azzurro a livello under 21 e di test.

Alle vicende del XIII della Piuma si sta appassionando, a poco a poco, lo zoccolo duro dei fan di questo sport: su forum e siti inglesi, australiani e francesi si parla di Saluzzo e della sua avventura. E tramite l’Ufficio Media della federazione il sito Cultural Pulse, prodotto da Red Elephant, società di community engagement che si è occupata della promozione della Rugby League World Cup 2017, ha realizzato prima del Mondiale un servizio sulla squadra

Sono scesi in campo in Australia, in amichevoli e test match a seguito della Nazionale di coach Cameron Ciraldo, diversi giocatori visti lo scorso anno con la maglia dei Roosters. Dai piemontesi Jaume Giorgis e Gioele Celerino alla stella Mirco Bergamasco, nazionale Dual Code, 89 caps nell’Italia di rugby union prima del passaggio al XIII.  

E adesso il presente: il Saluzzo è iscritto al campionato francese Provence-Alpes-Côte d’Azur (PACA), divisione regionale della National Division 2. Per il secondo anno di fila, un successo dentro e fuori dal campo: una crescita a piccoli passi ma concreta, un miglioramento che vuole abbinare il piano tecnico con quello delle relazioni con tante società da decenni abituate a fare rugby à XIII

Nel 2016-2017 la soddisfazione della storica vittoria sul Saint-Martin XIII il 25 marzo (26-16); adesso, il prestigioso traguardo dei playoff: complice la vittoria a tavolino contro  l’Arles Moules (30-0), è arrivata la qualificazione alla postseason, che inizierà domenica 3 dicembre contro il Marseille Avenir XIII. Un altro passo avanti da registrare e ancora relazioni da coltivare e cementare, competenze da acquisire e trasmettere. 

Ma non finisce qui: il 16 dicembre arriva a Manta la Coupe de France, una delle più antiche competizioni nella storia del gioco, inaugurata nel 1934.  
Ce lo racconta Paolo Radosta

«Giocheremo contro Eintragues, squadra di Élite 2. Inutile dire che speravamo di essere più fortunati. Al contempo, giocare contro un club di Élite 2 è una grande occasione per il movimento intero»

 

Sviluppi, sforzi e passi che non possono e devono passare inosservati e che, accompagnati al costante aggiornamento e alla partecipazione al girone nord del Campionato Italiano, possono fare di Saluzzo e del Saluzzo la capitale del nostro rugby league: una piccola Wigan o una piccola Sydney ai piedi delle Alpi Cozie. Mica male. 


 


Published 07/11/2017 by Matteo Portoghese – FIRL Social Media Officer

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Rugby League di club, segnali positivi dal Saluzzo alla prima di campionato

[Immagine concessa dall’Ufficio Stampa Saluzzo NWR]

Positiva prestazione dei Saluzzo North West Roosters, club italiano impegnato nel campionato Provence-Alpes-Côte d’Azur (PACA), divisione della National Division 2 francese.

Un impegno, quello della Piuma, nato dal sogno della società e dalle sinergie tra Fédération Française de Rugby à XIII (FFR XIII) e Federazione Italiana Rugby League (FIRL) e che prosegue quest’anno dopo l’esperienza della stagione agonistica 2016-2017 e la partecipazione in estate al girone nord del campionato italiano. 

Per gentile concessione Ufficio Stampa Saluzzo NWR

I ragazzi di coach Elio Giacoma sono scesi in campo sul difficile terreno di Marsiglia, per la sfida al Marseille XIII Avenir. Circa 340/370 chilometri separano Marsiglia e Manta, sede delle partite interne dei NWR, e questa è solo la prima di una serie di trasferte impegnative. Eppure l’entusiasmo non è venuto meno, anzi.

Probabilmente ispirati dalla convocazione in nazionale di Jaime Giorgis e Gioele Celerinoattualmente in Australia con l’Italia League – i saluzzesi non mollano:  se era stata dura, campionato scorso,  la lezione inflitta dai marsigliesi al XIII del nord ovest, questa volta il gap è andato riducendosi per il 30-20 finale

Per gentile concessione Ufficio Stampa Saluzzo NWR

Di Olocco, Moressa, Grosso e Tallone le mete italiane in questa prima di campionato, in risposta alle 3 marcature iniziali dei francesi. 

È sceso in campo, con la maglia n. 12, Lucas Bruzzone, inserito nella lista dei pre-convocati per la Rugby League World Cup. Diversi dei giocatori schierati dai Roosters in questa prima di campionato hanno inoltre rappresentato l’Italia a livello di test e under 21 e certamente dagli sforzi del club saluzzese nel campionato P.A.C.A. passa parte dei programmi senior e giovanili della federazione. 

Positivo il parere di coach Giacoma, dopo la prova allo Stade Roger Couderc: «Una bella prestazione da parte di tutti i miei ragazzi. Coraggiosi e determinati, hanno usato il cuore e finalmente anche la testa. Gli avversari di oggi sono davvero una bella formazione, e questo rende il tutto più piacevole. Peccato i troppi errori in fase di attacco, che ci avrebbero potuto regalare migliori soddisfazioni. Andiamo però avanti consci del nostro lavoro. Il tanto lavoro fatto sta dando i suoi frutti, merito anche di Federico, Elisa e Alessandro, i nostri nuovi collaboratori tecnici». 

Guarda già avanti capitan Cristian Mairone, 2 caps con l’Italia: «È stata una partita giocata col cuore. La squadra ha mostrato un atteggiamento corretto e determinato. Stiamo migliorando e crescendo grazie al lavoro di tutto lo staff, ora dobbiamo andare a Salon per vincere, consapevoli che vincere è possibile».

Squadra ora al lavoro in vista del prossimo impegno, previsto per domenica 22 ottobre contro il Salon de Provence

MARSEILLE AVENIR XIII-SALUZZO NWR 30-20
Marcatori Saluzzo : Olocco, Moressa, Grosso, Tallone M.
Formazione Saluzzo: 1 Giorgis, 2 Giunta, 3 Mairone (cap.), 4 Radosta O.G., 5 Tallone M., 6 Mattio, 7 Margaria, 8 Grosso, 9 Moressa, 10 Caporgno, 11 Martino, 12 Bruzzone, 13 Olocco, 14 Hussein, 15 Radosta P., 16 Bertola, 17 Sassoletti.


 


PREZZI E OFFERTE SUI NOSTRI KIT MONDIALI


Italy v Ireland, Sunday 29 October, Barlow Park, Cairns, 4:00PM AEST, Townsville Stadium, Townsville
Italy v USA, Sunday 5 November, Townsville Stadium, 7:40PM AEDT, Canberra Stadium, Canberra
Italy v Fiji, Friday 10 November, Canberra Stadium, 2:00PM AEST, Barlow Park, Cairns

Foto © Red Elephant / Cultural Pulse

Published 18/10/2017 by Matteo Portoghese – FIRL Social Media Officer

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Campionato Italiano, Libano, Spagna, Scozia e la Coppa del Mondo gli appuntamenti della Firl

da NPR – Non Professional Rugby

La stagione del Rugby League Italiano della FIRL (Federazione Italiana Rugby League), dopo quale mese di riunioni e assestamento, si appresta a prendere il via e lo fa con grandi attese, considerato il gran numero di attività che vedranno la FIRL schierata in prima persona, l’imminente Coppa del Mondo e le numerose partite che si giocheranno a livello Seniores e Juniores. Il coordinamento federale ha deciso di dare ampio spazio al campionato italiano, che anche per questa stagione si svilupperà da nord a sud, all’attività juniores e a quella femminile. Grande attenzione, poi, per le amichevoli internazionali che l’Italia League giocherà in preparazione alla World Cup di novembre e alle gare che si giocheranno a livello di giovanili, fondamentali per al crescita del movimento. <<Per noi questa stagione è fondamentale – commenta Orazio D’Arrò, presidente della FIRL (Federazione Italiana Rugby League) – dobbiamo lavorare per il Mondiale, sicuramente, ma dal mio/nostro punto di vista è importantissimo sviluppare un campionato italiano sempre più competitivo e lavorare sul settore giovanile e femminile. Dovevamo strutturarci e lo abbiamo fatto, darci un programma e anche quello lo abbiamo fato; entrambe queste cose a breve le condivideremo, in modo tale da dare a tutti dei referenti con cui parlare. Le mie aspettative? Sicuramente mi piace ragionare in grande, ma soprattutto voglio pensare alla definitiva affermazione del movimento del League anche in Italia>>.

ATTIVITA’ e RADUNI SENIORES E JUNIORES
22-23 aprile 2017 Stage seniors sud Catania
13-14 maggio 2017 stage seniores/juniores nord località da confermare
20-21 maggio 2017 stage seniores/juniores nord località da confermare
Maggio Stages seniores e juniores sud Località e Data da fissare

Date campionato italiano

16-18 giugno 2017 Prima giornata tappa al nord e al sud
23-25 giugno 2017 Seconda giornata tappa al nord e al sud
1-2 luglio 2017 Terza giornata tappa al nord e al sud
7-9 luglio 2017 Quarta giornata tappa al nord e al sud
14-16 luglio 2017 Quinta giornata tappa al nord e al sud

Attività internazionale

3 giugno 2017 LIBANO vs ITALIA seniores Beirut
10 giugno 2017 ITALIA vs SPAGNA seniores Saluzzo
ITALIA vs SPAGNA under 21 Saluzzo
ITALIA VS LIBANO femminile Saluzzo
2-3 settembre 2017 ITALIA vs SCOZIA Seniores
ITALIA vs SCOZIA under 19

Altre attività saranno comunicate, in quanto sono in attesa di conferma ufficiale.

Corsi di allenatore e arbitro

La FIRL sta ultimando un calendario dettagliato che, in accordo con le società, sarà pubblicato nelle prossime settimane.

Sono aperte le iscrizioni al campionato di Rugby League 2017
Per maggiori informazioni scrivere a info@firl.it

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

I LIONS BRESCIA CAMPIONI DI ITALIA DI RUGBY A XIII 2015

La compagine bresciana supera di misura il XIII del Ducato, 30 – 24 il finale

I Lions Brescia si confermano campiono d’Italia di rugby a XIII: la formazione bresciana, infatti, passa di misura sul XIII del Ducato, 30 – 24 il risultato finale. La partita è stata giocata tutta su ritmi molto alti, si sono visti impatti di gioco e giocate degne di nota e, soprattutto, si è visto sempre un maggior numero di giocatori italiani avvicinarsi a questa disciplina. <>.

Lions Brescia – XIII del Ducato 30 – 24

1°Tempo

4′ meta Antl (Ducato) trasf. Robuschi

13′ meta Bellotti (Brescia) trasf. Caravano

18′ meta Souleyman Bara (Ducato) trasf. Robuschi

20′ meta Corvino (Brescia) trasf. Caravano

25′ meta Robuschi (Ducato) trasf. Robuschi

2°Tempo

9′ meta Bellotti (Brescia) trasf. Caravano

23′ meta Blagojevic (Brescia) trasf. Caravano

30′ meta Milani (Brescia) trasf. Caravano

33′ meta Antl (Ducato) trasf. Robuschi

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

I campioni d’Italia dei Lions Brescia vincono nettamente contro Este: 70 – 12

LionsVSArieti
Nell’anticipo della prima giornata del campionato italiano di Rugby League i Lions Brescia si confermano come la squadra da battere: i lombardi, infatti, spazzano via gli Arieti Este, 70 – 12 il risultato finale. La partita inizia con un netto dominio degli Arieti Este, che giocano bene il primo quarto di gara, riuscendo a concluderlo in vantaggio per 4 – 0 grazie alla meta di Mhadhbi. Pronta, però, la reazione del Brescia che, guidata dai nazionali Milani e Pagani, prende il possesso della partita e inizia a produrre gioco continuativamente. Devastanti i Lions per tutto il resto dell’incontro, tanto dal punto di vista fisico, quanto da quello degli “skills”: molte, infatti, le azioni costruite in velocità e potenza, nel pieno dello stile “rugby league”. Positive le prestazioni di Gazzoli, Ismail, Pagani e Milani, per i Lions Brescia e di Mhadhbi, Sands, e Suez, per gli Arieti Este.
< >.

Lions Brescia: Bellotti, Abeni, Rossetti, Volpini, Aliprandi, Corvino, Caravano, BlagoJvich, Gazzoli, Bruni-Zani, Coppi, Pagani, Milani. A disposizione, Ismail, Ceretti; All. Ceretti.
Arieti Este: Paluello, Pusceddu, Taddia, Vallone, Oliva, Sands, Mhadhbi, Biasioli, Franchini, Spiandorello, Suez, Oyalvides, Galetto; A disposizione: Borsetto, Costantin; All. Franchin.
Marcatori:

Lions Brescia: Corvino 2, Gazzoli 2, Caravano, BlagoJevich, Aliprandi, Albeni 2, Belotti, Ismail, Pagani, Milani;
Caravano 9 Conversioni;

Arieti Este: Mhadhbi, Sands, Franchini.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Successo di pubblico e partecipazione per il primo stage U18 Firl di rugby a XIII organizzato tra Torino e Brescia

Successo di pubblico e partecipazione per il primo stage U18 Firl (Federazione Italiana Rugby League) di rugby a XIII organizzato tra Torino e Brescia: i tecnici della nazionale italiana Paul Boradbent e Kelly Rolleston, infatti, hanno visitato i bacini ovali di Settimo Torinese e Brescia, proponendo degli allenamenti di rugby league ai tanti giovani accorsi. L’intento della Federazione è quello di promuovere il rugby a XIII già dall’Under 18, al fine di creare quanto più interesse possibile nei giovani e strutturare così un campionato under. < >.PLAY THE BALL

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

LIONS BRESCIA CAMPIONI DI ITALIA 2014

Lions Brescia XIII campioni d’Italia: la formazione bresciana, infatti, si è imposta sul XIII del Ducato per 28 – 26. Partita spettacolare, quella giocata sabato ad Asti, tenuta da entrambe le formazioni su ritmi altissimi e condotta in maniera impeccabile tanto dai Lions, alla loro prima finale, quanto dai veterani e veri e propri leader del rugby league, i XIII del Ducato.

I commenti dei protagonisti.

Tiziano Franchini – Vice presidente FIRL (Federazione Italiana Rugby League): «questa vittoria bresciana è un risultato inaspettato, ma assolutamente positivo. Perché? Semplice, un cambio di rotta ogni tanto è una cosa positiva e, come in questo caso, permette l’espandersi del league in una zona “nuova”. I XIII del Ducato, infatti, hanno dominato negli ultimi anni, ma in quest stagione i Lions Brescia hanno dimostrato di essere i migliori, con un gioco molto concreto ed organizzato, soprattutto in fase d’attacco. Questo risultato è molto importante per il movimento perché conferma che il progetto tecnico della FIRL sta dando i frutti sperati; vedere, inoltre, una squadra che ha seguito le nostre direttive tecniche vincere il campionato, vuol dire che stiamo dando a tutte le realtà di rugby league italiano i giusti “consigli tecnici”».

Ceretti Pierangelo – leader dei Lions Brescia: «La nostra prima mezz’ora di gioco è stata impeccabile, abbiamo seguito il nostro piano e non abbiamo commesso errori, giocando il play the ball molto velocemente. Durante il secondo tempo, causa stanchezza, e indisciplina abbiamo subito il ritorno del XIII del Ducato, che ha gestito la propria partita nel migliore dei modi, con pazienza e ci ha quasi raggiunti nel finale. Siamo molto contenti del risultato ottenuto, visto l’impegno e gli sforzi anche dei nuovi giocatori coinvolti da quest’anno. La zona di Brescia sta rispondendo bene al rugby league, mercoledì siamo stati invitati come ospiti alla trasmissione “tutto rugby” su Brescia TV, e la carta stampata sta celebrando questo nostro scudetto in maniera massiccia. Questo deve essere un punto di partenza per il movimento bresciano di rugby league».

Fabio Hogan Berzieri—leader del XIII del Ducato: «Mi dispiace aver interrotto il nostro ciclo vincente, ma posso dire che i Lions Brescia non hanno rubato niente, sono stati più forti e hanno meritato di vincere! Il livello in questi anni si è alzato molto e sarà sempre più difficile confermarsi. In ogni caso complimenti ai neo campioni d’Italia dei lions Brescia!».

 

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Sabato ad Asti la finale scudetto di Rugby League, la parola ai capitani

Due chiacchiere con Fabio “Hogan” Berzieri, leader dei XIII del Duomo e Cosimo Corvino, capitano dei Lions Brescia

Sabato sul terreno di gioco dell’Asti Rugby, con calcio d’inizio previsto per le 18.00, il XIII del Ducato e i Lions Brescia si contenderanno lo scudetto. Abbiamo contattato i capitani delle due squadre per vedere come si preparano a questa importantissima sfida.

 

Quali sono le sensazioni che provate avvicinandovi ad una finale scudetto?

Fabio “Hogan” Berzieri: una finale scudetto è sempre una finale scudetto e un rugbista la vive con tanta tensione e agitazione, due stati d’animo che accompagnano da sempre un certo tipo di partite e che ci permettono, in un certo senso, di continuare a giocare. A livello di squadra ci siamo allenati molto bene, per tutto il corso della settimana, venerdì faremo un po’ di rifinitura e poi sarà battaglia. Un aspetto positivo c’è: siamo davvero in tanti e tutti molto “carichi” e questo permetterà alla guida tecnica di poter fare le scelte più giuste per questa partita.

Cosimo Corvino: arrivo a questa partita con tanta emozione in corpo, stiamo parlando di una finale scudetto e un po’ di paura; si tratta sempre di una finale e non è cosa da tutti i giorni giocarne una.

 

Quali i punti forti della tua squadra e cosa temi (almeno un po’) degli avversari?

Fabio “Hogan” Berzieri: sicuramente la forza del XIII del Ducato è la fisicita’ e la possibilità di contare su giocatori che a livello individuale fanno la differenza. Inoltre, la cosa che penso abbiamo in più rispetto alle altre squadre è l’esperienza: siamo, infatti, quelli che giocano a rugby league da più tempo e, con un allenatore come Kelly Rolleston certi movimenti diventano quasi automatici. Cosa penso degli avversari? Il Brescia è una buonissima squadra, organizzata e tatticamente strutturata che vanta, inoltre, ben sei giocatori in nazionale quindi sarà una partita molto dura, senza ombra di dubbio.

Cosimo Corvino: la nostra squadra, nonostante l’inesperienza, molti giocatori, infatti, sono alla prima nel mondo del league, ha stupito un po’ tutti per il gioco veloce e la tecnica individuale degli atlteti. Del nostro avversario temo un po’ tutto, visto e considerato che sono i campioni degli ultimi quattro anni e sono tutt’ora imbattuti. Il loro valroe aggiunto, tuttavia, penso sia l’esperienza e l’abitudine a giocare a rugby league.

 

Il Rugby League è sempre più sulla bocca di tutti, dove speri si possa arrivare?

Fabio “Hogan” Berzieri: spero che in futuro si possa arrivare ad avere un campionato esclusivamente di rugby league, come quello union e che le “due” Federazioni possano unirsi per formare giocatori sempre più competitivi.

Cosimo Corvino: spero che il rugby league aumenti ancora di più la sua diffusione e il numero di praticanti ;e chissà magari un giorno raggiungere come dimensione il rugby union.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

La finale scudetto di Rugby League sarà Lions Brescia vs XIII del Ducato

A Piacenza i bresciani si impongono in semifinale sul XIII della Ghirlandina  (24 – 30), mentre il Ducato supera nettamente i North West Roosters (46 – 24)

La finale scudetto, per quanto riguarda il campionato italiano di Rugby League, vedrà sfidarsi il XIII del Ducato e i Lions Brescia; questo quanto emerso dopo le semifinali giocate sabato scorso a Piacenza: i bresciani, infatti, si sono imposti sul XIII della Ghirlandina (24 – 30), mentre il Ducato ha letteralmente surclassato i North West Rooseters con un perentorio 46 – 24. Entrambe le partite si sono giocate su ritmi elevati e il gioco espresso è stato d’alto livello, segno che il lavoro svolto negli anni ha dato i frutti sperati. A bordo campo, inoltre, c’erano i selezionatori nazionali capeggiati da Paul Broadbent che hanno potuto osservare tanti atleti in vista delle prossime convocazioni per la sfida di Gemona del Friuli, il prossimo 26 luglio, che vedrà l’Italia sfidare la “corazzata” Russia. «Sono soddisfatto per le due partite giocate, sono state di grande spessore – commenta Kelly Rolleston,  Direttore Tecnico della Firl (Federazione Italiana Rugby League) – abbiamo fatto notevoli passi avanti come movimento, sono curioso di vedere come andrà a finire questa finale, mi aspetto grandi cose dai ragazzi che scenderanno in campo».

XIII del DUCATO vs NORTH WEST ROOSTRERS 46-24

XIII del Ducato: Robuschi, Milani, Della Ragione, Ilinca, Passera, Franchi, Miranda, Lo Angelo, Muzzin, Berzieri, Magri, Cazzarini, Muyodi; A disposizione: Stead, Lucardi, Baccalini, barbieri, Battini – All. Kelly Rolleston.

North West Roosters: Mema, Palazzetti, Nicolae, Giacoma, Sciaccaluca, Peens, De Meyer, Canta, Ameglio, Rosso, Carafa, Cotaj, Cellerino; A disposizione: Cacciatore, Sciracco, Catalin – All. De Meyer.

XIII della GHIRLANDINA vs LIONS BRESCIA 24-30

XIII della Ghirlandina: Brogiato, Mecugni, Guaitli, Catellani, Bove, Furghio, Boscolo, Appiah, Sola, D’Elia, Immadhou, AMura, Bandiera; A disposizione: Dormi, Rocca, Pedrazzi – All. Tiziano Franchini.

Lions Brescia: Gazzoli, Belotti, Scaramella, Maffi, Rossetti, Ceretti, Caravano, Baruffi, De Carli, Corvino, Jacotti, Pagani, Milani; a disp: Aliprandi, Bruni Zani, Montini, Ghizzardi, Sangregorio — All. Ceretti Pierangelo


Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

IL CAMPIONATO ITALIANO DI SERIE A RL, PRENDE FORMA CON NON POCHE NOVITA’

12 squadre ai nastri di partenza con le esordienti  Rugby Gemona, Grifoni Oderzo e Azzano X e il girone Under 18 


  

Grande attesa per la ripresa del campionato di Rugby League 2014 che, come ogni stagione, inizia a conclusione dei campionati regolari di Union (Rugby a XV). Per questa stagione la Firl (Federazione Italiana Rugby League) si è data davvero un bel da fare, riuscendo ad ampliare il numero delle squadre e costituendo anche un interessante girone completamente dedicato alla categoria under 18. Tra le novità ci sono ben tre formazioni provenienti dall’Italia dell’est: i Grifoni Oderzo, il Rugby Gemona, compagine dell’alto Friuli Venezia Giulia e l’Azzano X, squadra che si sta cimentando con successo in molte discipline, dal XV al seven, passando per il XIII; tra tante nuove formazioni, invece, i XIII del Duomo hanno voluto fare un passo indietro per dedicarsi completamente alla formazione e , per questa stagione si dedicherà principalmente ai giovani U13. C’è qualche nome interessante a livello di giocatori? Più di uno: partiamo dai due reduci dalla World Cup 2013, Fabrizio Ciaurro, che giocherà con i Tirreno Sharks di Cecina e Gioele Celerino che parteciperà al campionato con i North West Roosters di Asti. Importante anche la presenza del veterano Giovanni Franchi e Derek Muyodi, grande attesa poi per il ritorno di Matthew Sands, dopo due anni d’esperienza in Australia, che andrà a rinforzare i ranghi degli Arieti Este XIII. Guardando al futuro, invece, da tenere sott’occhio Simone Boscolo, sempre dell’Este e Michele Verardi degli Sharks Cecina. «Partiamo con una grande voglia e la consapevolezza di dover affermarci definitivamente – commenta Tiziano Franchini, vice presidente Firl – siamo riusciti a conquistare anche il nord est italiano e questo ci fa sicuramente piacere. L’obiettivo primario, tuttavia, sarà quello di puntare in maniera importante sull’U18 e le giovanili, che rappresentano il futuro del nostro movimento».

Di seguito i giorni del campionato 2014:

NORD OVEST GIRONE 1

NW ROOSTERS (ASTI)

IL XIII DE BRESA (BRESCIA)

TORINO XIII (TORINO)

 

NORD OVEST GIRONE 2

TIRRENO SHARKS (CECINA)

XIII della GHIRLANDINA (MODENA)

XIII del DUCATO (PIACENZA)

 

NORD EST 1

ARIETI ESTE XIII

PADOVA RL

GRIFONS PD

 

NORD EST 2

GEMONA

GRIFONI ODERZO

AZZANO DECIMO  

 

UNDER 18

GRAN SEBINO (BERGAMO)

NW ROOSTERS (ASTI)

WARRIORS XIII (MILANO/PIACENZA)

TORINO XIII (TORINO)

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus