Europeo Under 19 – I convocati dell’Italia

La Federazione Italiana Rugby League FIRL ha diramato la lista degli atleti convocati in vista dell’Europeo Under 19, in programma a Belgrado (Serbia) a partire da domenica 5 agosto

Pur con un tabellone poco favorevole – subito sfida alla Francia, la grande favorita assieme all’Inghilterra – gli azzurri puntano a ben figurare e a non lasciare nulla di intentato, in un processo di crescita testimoniato dagli stage svolti sul territorio e soprattutto dall’ottima figura in primavera nel doppio confronto con Serbia e Ucraina

Foto Francesco Bergamo | FIRL

Di recente, una parte degli under convocati da coach Salvatore Pezzano per questa dura ma stimolante avventura è scesa in campo con le casacche del Sicilia XIII e dell’Italia Emerging, negli incontri del Tour italiano dei North West English Lionhearts.
Nonostante le sconfitte maturate sul campo di Catania, gli azzurrini scesi in campo hanno avuto modo di misurarsi con un ritmo e un gameplay superiore alle normali abitudini del league di area mediterranea, in una vera e propria “prova” in vista di Belgrado. 


L’elenco dei convocati diffuso dalla federazione menziona i ragazzi con base in Italia indicandone il Comitato di appartenenza. Naturalmente si tratta di giocatori scesi in campo nell’edizione presente del campionato italiano come in quelle passate. All’attività di club si è poi aggiunta quella con i raduni nazionali e zonali, l’ultimo dei quali svolto a Milano sotto l’occhio vigile dei tecnici federali e dei coach professionisti Leo Epifania e Rick Baitieri, giunti dall’Australia per l’occasione.  

«Personalmente sono molto orgoglioso – racconta Fabio Morosi dei Milano Buffaloes, la vera novità del campionato #IL13 2018 – di poter rappresentare l’Italia ai Campionati Europei, sappiamo che non sarà facile, ma la testa è già rivolta alla prima partita contro la Francia, vogliamo provare a giocare senza paura contro tutte le squadre. Personalmente, quindi, voglio imparare il più possibile, solo giocando a questi livelli posso aumentare il mio livello di giocatore e uomo». 

Stesso entusiasmo da parte di Mario Di Sano degli Spartans Catania, fiore all’occhiello del movimento siciliano e del Sud Italia: «Vestire l’Azzurro è sempre bello, se lo fai a un europeo, la cosa lo è ancora di più. Abbiamo lavorato duramente per raggiungere questo obiettivo e ora vogliamo metterci alla prova e affrontare l’intero torneo continentale con la massima concentrazione. Siamo molto consapevoli di dover lavorare sodo, ma il gruppo è coeso e vuole osare Una previsione? Preferisco fare un passo alla volta, sarà il campo a dare il verdetto finale».

 

Orgoglioso di sé e dei suoi ragazzi il commissario tecnico dell’Italia League under 19 Salvatore Pezzano: «Arriviamo a questo Europeo con una grande voglia di metterci in gioco e siamo ben consapevoli di dover lavorare duramente per prepararci bene alla prima gara, ma i ragazzi sono molto determinati e disposti a lavoro. Come Federazione abbiamo lavorato molto con questi giovani, perché rappresentano il futuro del nostro movimento. Sono convinto che sarà un’esperienza formativa per loro e anche per noi, rappresentando l’Italia è sempre un grande risultato. Cosa mi aspetto? Certamente per giocare ad alti livelli e ad alti tassi, queste sono le competizioni internazionali, ci siamo concentrati molto sulla preparazione individuale e sulle abilità, ora sarà il campo a parlare. Personalmente, sono molto fiducioso». 

Tiene molto all’appuntamento di Belgrado anche Tiziano Franchini, vice-presidente della FIRL, ct dell’Italia femminile nonché pioniere di questo sport nel nostro paese: «Questo europeo per la nostra Federazione è un obiettivo molto importante, questi giovani si stanno formando nel rugby a XIII e questo è un aspetto molto importante, guardando al futuro. Verranno alla maturità sportiva consapevoli delle loro abilità nel Rugby League e questo è un aspetto importante pensando al passo verso l’Italia Senior. Non ho aspettative, voglio solo aiutarli a crescere come giocatori di rugby e come persone. Partecipare a un Campionato Europeo è un grande risultato e voglio che tutti i ragazzi lo vivano al meglio e tornino in Italia con il giusto bagaglio di esperienza e consapevolezza».

Nella prima sfida, gli azzurrini affronteranno la Francia domenica pomeriggio. 

Di seguito i convocati:

Joseph Fella (Castleford Tigers), Mattia Cantoni, Stefano Cenci, Andrea Piccoli, Mattia Saoncella, Simone Snidar (Comitato Nord Est), Werther Bartolini, Stefano Dalmasso, Nicholas Ferrero, Simone Leotta, Fabio Morosi, Leonardo Raveggi, Davide Signorelli, Paolo Viani (Comitato Nord Ovest), Antony Virzì Citarra, Leonardo Artale, Antonio Cacopardo, Mario Di Sano, Alfio Laudani, Salvatore Lipera, Francesco Mendosa, Gianluca Privitera, Giovanni Rizzo, Giovanni Auriel Sciacca (Comitato Sud), Nico Rizzelli (Halifax)

Questa invece la Francia, prima avversaria allo stadio NSC Makis: 

Miki Bauer, Mathias Leveille (AS Carcassonne), Timothe Bertrand, François Dorce-Hantz, Lucas Emblard, Corentin Rey (SO Avignon), Sebastien Bled, Robin Brochon, Louis Carre, David De Macedo, Guillaume Gorka, Thomas Lacans, Matthieu Laguerre, Corentin Le Cam, Arthur Mourgue, Barthelemy Rouge, Hugo Salabio, Florian Vailhen (St Esteve XIII Catalan), Pierre Fourquet, Mathieu Jussaume, Pierre Jean Lima (Toulouse Olympique)


Francia v Italia u19, domenica 5 agosto, NC Makis Ada Ciganlija di Belgrado (Serbia) | Live su Sportuzivo.tv


 


Published 01/08/2018 by Matteo Portoghese – FIRL Social Media Officer 

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *