SERBIA UNDER 18 SI IMPONE D’ESPERIENZA

Il primo incontro tra le rappresentative nazionali under 18 di Italia e Serbia, disputatosi sabato 06 luglio 2013 presso il campo Augusteo di Este, si è concluso con il risultato di 26 a 10 per gli ospiti.

La partita, giocata a viso aperto da tutte e due le squadre, ha visto i giovani serbi, vincere utilizzando molta più discipilina degli italiani.

Il match si è aperto con un buon equilibrio tra le due squadre, i primi a segnare sono stati i Serbi con un azione di forza del loro numero 9 Lazar Micic al 10 del primo tempo. L’Italia pareggia e riporta in equilibrio la partita, ma a tempo quasi scaduto la Serbia si porta sul 10 a 4 e conclude la prima frazione in vantaggio.

Sempre i giovani Serbi, ad inizio del secondo tempo allungano con Karadzic, e portano il punteggio sul 14 a 6. Al 10° del secondo tempo, l’Italia con la seconda linea Cecchetto, si riporta sotto sul 14 a 10.

In questo frangente della partita, l’Italia under 18 dimostra la propria inesperienza legata ad una scarsa disciplina, in quanto nel giro di 5 minuti, concede agli avversari 3 calci di punizione consecutivi, la Serbia approfitta dell’enorme lavoro fisico svolto dagli italiani, nel difendere, e segna sempre con Micic al 18 del secondo tempo.

Gli italiani cercano di reagire, ma si scontrano contro una solida difesa Serba. La partita si conclude con altre due marcature Serbe, che fissano il punteggio finale sul 26 a 10.

A fine partita lo staff tecnico dell’Italia under 18, nonostante il risultato si dichiara soddisfatta della prova dei propri ragazzi, e si rammarica per la scarsa disiplina tenuta all’inizio della ripresa. Tiziano Franchini, allenatore dell’Italia Under 18, commenta la prestazione degli azzurrini, dichiarando:” se i ragazzi non avessero concesso il possesso della palla per quasi 5 minuti agli avversari ad inizio del secondo tempo, avrebbero avuto più energie per affrontare la parte finale della partita, nonostante questo sono molto soddisfatto della prova dei ragazzi; mi congratulo con la Nazionale Serba, per l’ottima occasione a noi concessa con questa partita, i nostri ragazzi hanno bisgno di giocare, per migliorare e fare esperienza”.

 

ITALIA UNDER 18

Bellassi, Cacciatore, Murphy, Cattaneo, Masperone, Scandurra, Colucci, Farinazzo, Via, D’Ercole, Cecchetto, Groppelli, Greco; A disposizione: Ristallo, Scorzelli, Moraschi, Businaro, Brugin, Miatton, Gennaro.

SERBIA UNDER 18

Mora, Tomic, Djuric, Karadzic, Djordjevic, Randjic, Marcovic, Devetak, Micic, Radulovic, Jovicic, Cobanovic, Kostadinovic; A disposizione: Stanojevic, Dimitrijevic, Knezevic, Caricic.

The first clash between the under-18 national teams of Italy and Serbia, which took place Saturday, July 6, 2013 at the Augusteo stadium in Este, finished with the result of 26 -10 to the visitors

The game, played openly by both teams, saw the young Serbs, winning by using a lot more discipiline than the Italians.

The match began with a good balance between the two teams, the first to score were the Serbs with a fierce action by number 9 Lazar Micic at the 10th minute of the first half. Italy equalized, but before half time Serbia scored again and ended the first half ahead 10-4.

The young Serbs at the beginning of the second half scored again with Karadzic, and bring the score 14 to 6. With 10 minutes of the second half, Italy with the second line Cecchetto, brought his team back to 14 – 10.

At this point of the game, Italy Under-18 showed its inexperience due to lack of discipline, as in the space of 5 minutes, gave the opponents 3 free kicks in a row, Serbia took advantage of the enormous physical work done by the Italians in defence, and scored again with Micic at the 18th mins.

Italians tried to react, but they faced a solid defence against Serbia. The game finished with two other Serbian scorings, which set the final score at 26 to 10.

At the end of the match the technical staff of Italy under 18, despite the result of the test is satisfied of their lads, and regrets the lack of discipline held at the start of the recovery. Tiziano Franchini, Italy Under-18 coach, commented on the Young Azzurri performance, saying: “If the boys had not granted possession of the ball to the opponents for almost five minutes to start the second half, they would have had more energy to face the final part of the game, although I am very satisfied with the performance of the boys, and I congratulate the Serbian team, for the excellent opportunity granted to us with this game, our boys need to play, to improve and gain experience. “

 

ITALIA UNDER 18

Bellassi, Cacciatore, Murphy, Cattaneo, Masperone, Scandurra, Colucci, Farinazzo, Via, D’Ercole, Cecchetto, Groppelli, Greco; A disposizione: Ristallo, Scorzelli, Moraschi, Businaro, Brugin, Miatton, Gennaro.

 

SERBIA UNDER 18

Mora, Tomic, Djuric, Karadzic, Djordjevic, Randjic, Marcovic, Devetak, Micic, Radulovic, Jovicic, Cobanovic, Kostadinovic; A disposizione: Stanojevic, Dimitrijevic, Knezevic, Caricic.

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *