BROADBENT ARCHIVIA UN WEEK END DI SVILUPPO

Durante il week end passato, l’assistente allenatore della Nazionale Italiana, Paul Broadbent,  ha tenuto 3 stages presso 3 locazioni diverse.

La F.I.R.L., ha voluto che il proprio assistente allenatore dell’ Italia rugby league, diffondesse nella maniera corretta, il rugby league, ai club, che in questo ultimo periodo, avevano dimostrato un interesse verso il gioco del rugby a XIII.

Paul, infatti, ha predisposto uno stage che trasmettesse ai neofiti di questo codice rugbystico, i principi base del rugby league, lavorando, sulle tecniche di placcaggio(singolo e combinato), sulle linee di corsa in attacco, sulla disposizione dei markers e dei primi difensori, non tralasciando però i fondamentali del rugby league.

Venerdì 16 marzo 2012, Paul, si è recato a Leno presso gli impianti sportivi della Bassa Bresciana.

Successivamente, sabato 17 marzo 2012, l’assistent coach Broadbent ha tenuto il secondo stage presso i campi comunali di Este, ed ha lavorato con i ragazzi della società c’è l’Este Rugby.

La serie di stage si concludeva, domenica 18 marzo 2012, dove il Broadbent si intratteneva a Padova con i giocatori della società Padova 555.

La F.I.R.L., attraverso le parole di Fabio Di Pietro, si dichiara molto soddisfatta del lavoro effettuato, durante questi 3 appuntamenti. Il Di Pietro, continua affermando che, coinvolgere più di 80 nuovi giocatori in un week end è un risultato molto soddisfacente.

Di Pietro conclude, esponendo che alla base questo risultato, c’è l’entusiasmo dimostrato da tutte le realtà coinvolte;  è stato molto incoraggiante, a fine stage parlare con i ragazzi e sentire che hanno apprezzato il lavoro effettuato e che non vedono l’ora di mettere in pratica, ciò che hanno appreso durante il Campionato Italiano.

Alfonso Peloso del c’è l’Este Rugby, dichiara a fine stage:” .. è stato un onore, lavorare in campo con Paul Broadbent, il quale ha intorodotto il rugby league in maniera semplice ma efficace. Tutto è stato molto interessante, soprattutto la tecnica dei placcaggi combinati. Sono entusiata di quanto abbiamo appreso, in quanto il signor Broadbent ha curato ogni fondamentale nei minimi dettagli. Spero che di questi stage ce ne siano altri”.

L’assistente dell’allenatore della Nazionale Italiana Paul Broadbent, ha dimostrato una particolare soddisfazione per il lavoro svolto, in quanto i giocatori (neofiti per il rugby league), hanno appreso quanto loro insegnato, in maniera molto rapida.

La Federazione Italiana Rugby League, ringrazia tutte le società coinvolte in questa serie di stage e tutti coloro i quali hanno reso possibile questi eventi.During the past weekend, the assistant coach of the Italian National Team, Paul Broadbent, held 3 stages at 3 different locations.

FIRL, was keen for their Italian assistant coach to introduce Rugby league to the newly interested clubs in a professional and correct way.

Paul, in fact, used hi vast knowledge in arranging the camps for the newcomers to the world of Rugby league, working on the basics of the game, such as tackle techniques (single or combined), on the lines running in attack, on the placement and organization of markers in defense and reinforcing the basics of rugby league.

On Friday, March 16, Paul, went to Leno at the sports facilities of Bassa Bresciana.

Then on Saturday, March 17, assistant coach Broadbent held the second stage in the municipal of Este, where he worked with the players from the Este rugby.

The series of camps ended on Sunday, 18 March at Padua with the players from rugby club Padova 555.

Fabio Di Pietro from FIRL said he was very pleased with the work done during these 3 camps , where more than 80 new players were introduced to the sport over the weekend, and FIRL could be very happy with these results.

Di Pietro  stated that “underlying this result was the enthusiasm shown by all the  participants involved, and it was very encouraging to see the progress at the end of the camps and to hear the participants appreciated the work done and that they couldn’t wait to put in practice everything they learned during the Italian domestic Championship.

Alfonso Peloso from c’è l’Este Rugby said at the end of stage: “.. it was an honor to work in the field with Paul Broadbent, who introduced rugby league in a simple but effective way. Everything was very interesting, especially the technique of combined tackles.

I am very enthusiastic about what we have learned,  Mr. Broadbent looked at the fundamentals in a very detailed manner. I hope we have a chance to hold other camps this year.

The assistant coach of the Italian National Paul Broadbent, was  particularly satisfied with the work done, as players (newcomers to rugby league), they learned what was taught, very quickly.

The Federation Italian Rugby League (FIRL), would like to thank all the clubs involved in this series of camps and all those who have made these events possible.

FacebooktwitterFacebooktwitter

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *