UNA NUOVA COSTITUZIONE PER LA FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY LEAGUE LA F.I.R.L. ENTRA IN UNA NUOVA ERA

Sabato 10 dicembre 2011, la Federazione Italiana Rugby League ha tenuto l’Assemblea Generale, alla quale hanno partecipato gli associati dell’associazione.

L’assemblea generale ha approvato la costituzione di formare il comitato costituente, il quale ha avuto il compito di rinnovare e migliorare lo statuto dell’associazione.

Il comitato costituente ha approvato il nuovo statuto della Federazione Italiana Rugby League, adeguandosi ai criteri del C.O.N.I., ed alla necessità di formare una Federazione organizzata in modo professionale e rivolta al futuro.

Il nuovo statuto della F.I.R.L., riorganizza completamente, l’assetto della Federazione, prevendendo inizialmente una forma di democrazia piena, successivamente dispone, la formazione di nuovi settori all’interno della Federazione per garantire uno sviluppo pieno della base,  l’introduzione di nuovi organi volti a tutelare il regolare funzionamento della Federazione per una maggiore trasparenza, e la ricezione di alcuni principi dell’ordinamento del C.O.N.I., necessari per il riconoscimento del rugby league dallo Stato Italiano.

Fondamentalmente, la F.I.R.L., si è autodeterminata un assetto consono alla propria posizione, in vista del futuro che si presenta ricco di attività per il raggiungimento dello scopo principale, ossia lo sviluppo del rugby league in Italia.

La modifica dello statuto è stato votato ad unanimità dagli associati, ed è stato, altresì nominato ed eletto il nuovo presidente della F.I.R.L., il signor Daniele Veronese.

Il neo presidente dichiara:” Sono grato a tutti i membri della F.I.R.L per la fiducia e la stima dimostrata nei miei confronti , confermando che il mio lavoro in questi due anni e stato apprezzato . Sono sicuro che il mio inpegno d’ora in poi, sarà maggiore e la mia intenzione è quella di sviluppare al meglio il rugby league in Italia”, sempre Veronese, aggiunge che:” come mio primo impegno, voglio migliorare uno dei grossi difetti della F.I.R.L. del passato, ossia quello della comunicazione interna ed esterna della Federazione”.

Il neo Presidente, conclude affermando che:” il nuovo statuto prevede dei progressi in tema di organizzazione, democrazia, trasparenza, e di coordinamento dello sviluppo del rugby a XIII in Italia”.The Federazione Italiana Rugby League has declared the start of a new, positive era for the development of the sport in the Mediterranean country. At its annual general meeting in December, the members recognised that the world cup qualification has put Italian rugby league on the front foot and that the domestic programme would need to grow in accordance with the heightened visibility of rugby league in Italy.

The members agreed to the significant step of creating a Constituent Committee, tasked with re-drafting the governing body’s statutes, to ensure democratic principles and transparency permeate the whole re-structuring project. The draft of the new constitution will adhere to the criteria of CONI, the Italian Olympic Committee. A thorough consultation will ensure that all Italian rugby league’s stakeholders are involved in the re-drafting process, and once the Constituent Committee has served its purpose the new constitution will be adopted and a new Board of Directors elected.

Until then, an interim Board led by a new interim president, Daniele Veronese, will lead FIRL. The new president declared: “I am grateful to all members of FIRL for the confidence and esteem they have shown towards me, which confirms that all my work over the last two years has been appreciated.  Rest assured that my commitment from now on will be greater and my intention is to develop rugby league in Italy in the best possible way”. Veronese added: “the first commitment I have is to improve one of the past flaws of FIRL, namely internal and external communication by the Federation.”

On the field, plans for the year include an eight-club championship – an increase of two clubs from 2011 – and the completion of the RLEF’s Technical Strategy, which will result in five coach and match officials tutors in Italy. This technical staff will continue its work with Wakefield assistant coach Paul Broadbent, whom the members thanked for his positive and professional work undertaken last year.FIRL logo (1)

Facebooktwittergoogle_plusFacebooktwittergoogle_plus

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *