Paul Broadbent al lavoro con la nazionale Italiana

Paul Broadbent, head coach at the Wakefield Wildcats and Assistant technical director of FIRL, starts work with the Italian rugby league national side.

The “beans” in Piacenza, on the 26th and 27th of February the Italian National Rugby League side will hold its first camp. Paul will be in charge of around 30 FIRL registered players, who will start their adventure with the World cup qualifications in sight; these will take place in the month of October 2011.

After this event, there will be other camps which will take the best Italian players towards the prestigious event of the World cup.

Matthew Sands (12 caps), a veteran of the national side, declared:” It’s a great honour to have a coach of the calibre of Paul within the coaching ranks of the national side, I’m sure he will bring knowledge and professionalism to the team which will help us make big step up in quality.”

“The camps that the FIRL are organising, will give the players the opportunity to improve their individual skills and with Paul also some technical aspects of Rugby 13, personally I can’t wait to get to the trails and try to demonstrate that I have the level required to represent my country”

“These camps continue the work started in 2010, with the objective of giving Italian players the necessary skills to face Rugby League at the highest level”.Paul Broadbent, primo allenatore dei Wakefield Wildcats ed Assistente del direttore tecnico della FIRL, inzia il proprio lavoro con la Nazionale Italiana di rugby league.

The “beans” a Piacenza, nelle giornate del 26 e 27 febbraio 2011 terrà un mini raduno della nazionale italiana di rugby a XIII. Ai suoi ordini saranno presenti circa 30 giocatori tesserati FIRL, i quali inizieranno la loro avventura in vista delle qualificazioni alla coppa del mondo, che si terranno nel mese di ottobre 2011.

A questo primo appuntamento, seguiranno altri mini raduni e stages, che porteranno i migliori giocatori italiani al prestigioso appuntamento mondiale.

Matthew Sands (12 caps), veterano della nazionale italiana, dichiara:”è un onore avere un allenatore del calibro di Paul, all’interno dello staff tecnico della nazionale, sono sicuro che porterà un grosso apporto alla squadra, che ci porterà a fare un bel salto di qualità”.

“Gli stage che la FIRL sta organizzando, daranno l’opportunità ai giocatori di poter alzare il proprio bagaglio tecnico e di incrementare con Paul alcuni aspetti tecnici del rugby a XIII, personalmente non vedo l’ora di mettermi alla prova per dimostrare di essere all’altezza di continuare a rappresentare il mio Paese”.

“Questi stages, sono solo la continuazione del percorso iniziato nel 2010, hanno l’obiettivo di far acquisire ai giocatori italiani una formazione tecnica, necessaria per affrontare il rugby league di alto livello”.

FacebooktwitterFacebooktwitter

Start a Conversation